cia

 

                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                  TV

 

CHE DIO CI AIUTI 4

di Francesco Vicario

con Elena Sofia Ricci, Valeria Fabrizi, Lino Guanciale, Francesca Chillemi,

Italia - 2017 - 20 episodi/50'

 

Grandi novità in convento. Almeno così sembrerebbe.

Guido e Azzurra finalmente si sposano ma siccome si è ampiamente capito che senza Azzurra non c'è storia, ecco che la nostra ex miss Italia sicula (simpaticissima) resta a Fabriano dalla monache perchè vuole laurearsi e sta facendo un tirocinio e ... SORPRESONA! si scopre che nella casa famiglia c'è proprio la figlia appena partorita che lei a sedici anni aveva abbandonata davanti ad un ospedale avvolta, ovviamente, nella maglietta delle Spice. Venti puntate per dirimere la rivelazione mentre Guido se ne va a Londra (leggasi sul set de La porta rossa di cui parleremo più avanti quando avrò visto tutte le puntate)

Ad Azzurra Francesca Chillemi Leonardi va riconosciuto il merito di essere l'iniziatrice, tre serie fa, di una strana mescolanza delle lingue: nel suo caso non si è mai capito come mai una ragazza che nasce e vive a Modena parla con accento siciliano. Ma è talmente simpatica proprio nel suo accento che non gliene è fregato niente a nessuno.

Ricordiamocela questa cosa della lingua perchè Azzurra è uno spartiacque e presto vedremo perchè.

 

Novità, novità.

Ci vuole un uomo in convento ed ecco che il posto di Guido viene preso da Nico che fa l'avvocato - e questa non sarebbe una novità - ma al contrario di Guido che un uomo perbene ai limiti del noioso, Nico è un donnaiolo impenitente.

E chi arriva nel convento? Una sua vecchia compagna di scuola ex grassoccia, adesso bella (?) da sempre innamorata di lui, Monica. Ora, su questa Monica (monaca) vanno veramente spese due parole: è insopportabile (due parole, due)

Pedante, nevrastenicamente alla ricerca del grande amore pacchetto completo matrimonio - casa- figli, naturalmente medico come Margherita perchè la sponda dell'ospedale funziona per i casi umani da risolvere, eutanasia e abbandono di infanti compresi.

E arriva Valentina, baby squillo per protesta verso un padre veramente stronzo e in via di pentimento  (lei, non il padre che stronzo rimane, esattamente come il notaio Leonardi)

Naturalmente c'è anche un bambno perchè altrimenti non si acchiappa il target infantile: certo Edo, figlioccio di Monica che prende il posto di Davide e gli sceneggiatori hanno fatto copia-incolla con i suoi commenti fuori campo "caro angelo custode" e perle di saggezza varie.

Insomma, a conti fatti tutte queste novità...bho?

Diciamo che se non fosse per suon Angela, per Azzurra e per la grandissima suor Costanza io questa serie non la avrei seguita fino all'ultima puntata. E avrei fatto male perchè, udite udite: perfettamente in linea con le serie televisive 2.1, la stessa stagione è una puntata di una serie di stagioni. Ecco la vera grande novità per altro non originale perchè succede da almeno sette anni in una certa seria americana.

E' infatti quello che ho scoperto essere successo con GRIMM ma questa è un'altra storia.

In poche parole, fino ad ora ogni serie aveva una conclusione. Per la prima volta, l'ultima puntata di questa serie di Che dio ci aiuti ha un finale aperto per i due terzi dei protagonisti: Valentina se ne va ma non si sa, Monica gli torna il marito fuggiasco proprio quando Nico sta capitolando. Insomma ci vediamo alla quinta serie,

sperando che tornino Azzurra e Guido perchè senza di loro Monica proprio nun se regge.

 

Insomma suor Angela e suor Costanza francamente meritavano di meglio.

 

fiore di cactus :)

 

 

film

GIF

cartOOn

TV - fiction

percorsi

soggettive

eventi

corti

news


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni