cia

 

                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                  TV

 

GRIMM

 

di David Greenwalt, Jim Kouf

con David Giuntoli, Russell Hornsby, Bitsie Tulloch , Silas Weir Mitchell, Sasha Roiz, Reggie Lee, Bree Turner: Rosalee Calvert, Claire Coffee

USA - 2011/2017 - 6 stagioni - 123 puntate/45'

 

 

Geniale il nome. Chi di noi non ricorda infatti le fiabe dei fratelli Grimm? Tutte ambientate in un cupo e lontano medioevo dove c'erano villaggi circondati da boschi e boschi pieni non solo di comprensibili pericoli ma anche orrendi mostri? E infarcite di magia e mistero?

Ecco.

Grimm non è un nome di famiglia ma è una dote, un dono, un modo di essere, che si tramanda in linea familiare, nel DNA. Un grimm è una persona che riesce a vedere i wesen, persone apparentemente normali che però hanno un lato oscuro, una natura mostruosa. Grimm e wesen sono naturalmente nemici, i Grimm ci sono proprio per eliminare i wesen.

Nick, che somiglia in modo quasi fastidioso a Tom Cruise, è un detective di Portland che si accoprfge di essere un grimm. Il suo primo incontro è con un blutbad, una specie di lupo mannaro che però si è convertito, è diventato una specie di vegetariano e diventerà uno dei suoi migliori amici. Perchè i wesen non soltanto non sono tutti pericolosi ma anche quelli cattivi possono diventare buoni.

Nick ha una fidanzata e un paio di colleghi di lavoro che già alla seconda stagione saranno messi a conoscenza.

Ha un capo della polizia, quel gran figo del capitan o Renard che non si può guardare per quanto è bello che, oh oh oh, è un  wesen anche lui ma di stirpe reale arrivato direttamente dalla cara vecchia Europa, non per caso terra dei Grimm (fratelli). Questo Renard in sei stagioni passa dall'essere un gran fetente, a essere una gvran brava persona almeno due volte.

E tutto questo succede a Portland.

Ora, negli Stati Uniti ci sono due città con questo nome; una sta nell'Oregon ai confini con il Canada e l'altra sta nel Maine.

Personalmente, dati i cupi precedenti di Steven King avrei detto che si trattasse della Portland nel Meine dove King ha ambientato moltissimi dei suoi romanzi e non si sa che male gli ha fatto questo stato ma anche perchè gli stati della East Coast sono i più "europei" e basta dire che il Connecticut dicono sia lo stato dove c'è la maggiore densità di case infestate (evidentemente le creature non amano spostarsi troppo, figuriamoci attraversare deserti e praterie). E invece è la Portland dell'Oregon che evidentemente i produttori hanno deciso di favorire. O che come città è riuscita a promuoversi bene tant'è che ci sono ovviamente tour organizzati sulle location del grimm.

 

La struttura di ogni serie è quella classica: la vita dei protagonisti, grimm, wesen e comuni mortali (pochi), puntata dopo puntata (e sono 123) si sovrappongono al caso che Nick e i suoi devono risolvere perchè come sempre succede quando una serie prende possesso di una cittadina, si scopre che è teatro di orribili delitti settimanali. In questo caso sembrerebbe che a Portland - Oregon ci sia una altissima concentrazione di wesen e dopo sei anni, visto che Nick si è dato molto da fare, probabilmente bisogna importarne un po'.

 

L'ho trovato divertente. L' ho seguito nel mio modo consueto: raccolgo tutte le puntate e poi una grande scorpacciata.

Dopo sei anni è finita in una maniera che più americana non poteva essere: da una parte la forza della famiglia naturale, dall'altra quella della famiglia allargata. Giusto. Non posso che condividere, se non altro perchè mi sembra sia la prima volta che è data così importanza alla famiglia allargata, quella degli affetti che si scelgono. la prima volta tranne che nei film di Woody Allen.

 

 

fiore di cactus :)

 

 

film

GIF

cartOOn

TV - fiction

percorsi

soggettive

eventi

corti

news


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni