65a Mostra del Cinema di Venezia

3 settembre

BUMAZZHNY SOLDAT (Il soldato di carta) - Alexey German Jr. - Russia

L'unione sovietica sta per lanciare il primo uomo nello spazio. Nel gruppo dei medici che seguono l'addestramento degli astronauti candidati al lancio c'è Danii che è molto turbato all'idea che l'impresa, pur di garantire il primato al paese, possa sacrificare la vita dell'astronauta scelto. E, insieme a questo, c'è la sua vita privata, il suo matrimonio che è profondamente in crisi.

Inutile dire che i russi sanno incantare con le ambientazione con un uso quasi sospeso della macchina da presa. Questo film che potrebbe avere la tensione di K19 e la sospensione de "il ritorno" ha intoppi non indifferenti di sceneggiatura che in certi punti è insopportabilmente troppo "parlata". Peccato.

 

TEZA - Haile Gerima - Etiopia, Germania, Francia -  2008

La storia di un giovane medico che, dopo aver studiato in Germania, decide di tornare in Etiopia per essere protagonista della rivoluzione socialista del suo paese. Ma il regime di Menghistu si rivela presto per quello che è. Lui farà ritorno al suo villaggio dopo aver perduto una gamba in una aggressione (viene scaraventato giù da una balaustra, la scena è praticamente identica a quella di "Giulia"  dove gli studenti nazisti uccidono un professore ebreo all'università di Vienna).

Film politicamente corretto, montato con continui e interessanti flashback , bella fotografia ma purtroppo lento.

 

NUIT DE CHIEN - Werner Schroeter - Francia, Germania, Portogallo 2008.

Tratto da un romanzo ispirato alla guerra di spagna, il film vuole essere un paradigma degli orrori della guerra civile. In una città immaginaria devastata da una dittatura e assediata da un comandata che bombarderà la mattina dopo, un alto ufficiale medico torna a cercare la sua donna per fuggire con lei con l'ultima nave che partirà all'alba. dovrà districarsi tra intrighi e tradimenti anche per proteggere la figlia di un capo rivoluzionario.

Detta così la storia avrebbe tutti i canoni di un film che unisce il ritmo ad un tema importante. Ma si rivela debole. Peccato

 

 

vai al diario

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni