cia

 m

                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                  film

 

DRACULA UNTOLD

di Gary Shore

con Luke Evans, Dominic Cooper, Sarah Gadon, Charles Dance

USA - 2014 - 92'

 

Intorno al 1450, Vlad, principe di Transilvania già noto come l'impalatore diventato saggio e possibilmente pacifico, riceve dai Turchi non solo la richiesta del solito tributo in denaro ma anche quella di 1000 ragazzi che entrino come giannizzeri nelle fila dell'impero. Tr i ragazzi anche il figlio di Vlad.

 

Per salvare il suo popolo e la sua famiglia, il principe va nella caverna in cui vive un vampiro perchè capisce che i suoi poteri possono sconfiggere i turchi. Si fa contagiare dal male del vampiro e comincia la battaglia sapendo che potrà tornare uomo dopo tre giorni se resisterà alla sete di sangue umano. Diversamente resterà vampiro per sempre.

Basteranno tre giorni? Chissà.

Resisterà? Ovvio che no altrimenti non avremmo avuto il romanzo di Bram Stoker che ha generato  tutta la sterminata letteratura cinematografica sul vampiro, Twiligt compreso.

 

Insomma un prequel che rivela quanto non era stato ancora raccontato sulle origini del principe Vlad diventato conte Dracula e che ne fa un eroe diventato mostro per salvare il suo popolo dai "mamma li turchi".

C'era stata qualche traccia nel film di FF Coppola dove il magnifico Dracula Gary Oldman difende la cristianità.

Qui la cosa interessante è in una battuta: i ragazzi parteciperanno all'assedio di Vienna che aprirà la strada ai Turchi per conquistare tutta l'Europa.

In realtà la cos avverrà storicamente più di due secoli dopo, l'11 settembre 1683 e prima, il 7 ottobre 1671, i turchi saranno sonoramente sconfitti a Lepanto. Ma la battuta in sceneggiatura è interessante perchè il succhiasangue diventa, qui, l'eroe che argina, primo fra tutti, l'avanzata dell'Islam.

 

Sceneggiatura.... Allegorie impercettibili del cinema americano del dopo 11 settembre...

 

I tempi sono quelli che sono, l'occidente, prima attaccato, adesso è sconvolto dalla vomitevole ferocia mozzateste innocenti dell'ISIS. E in questo di cupo scenario, anche Dracula, di cristiana occidentale origine, diventa "buono".

Straordinaria operazione di allegorica, simbolica sceneggiatura, operazione  cui il cinema americano non è certamente nuovo: durante l guerra fredda la fantascienza era terreno fertile dove i marziani, gli invasori - sempre cattivi, sempre nemici - erano allegoria dei comunisti russi.

E ora viene manipolato il fantasy letterario con intelligenti citazioni storiche.

Bravi come sempre questi americani.

 

 

fiore di cactus :)

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni