film

IL GIUDIZIO UNIVERSALE

di Vittorio De Sica

con Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Marisa Merlini, Renato Rascel, Fernandel, Paolo Stoppa, Silvana Mangano, Anouk Aimèe, Domenico Modugno, Mike Bongiorno, Vittorio De Sica...

Italia - 1961 - 92'

 

Grandissimi nomi per questo film che personalmente trovo straordinario e che invece non ha avuto troppo successo nè di critica nè di botteghino; grandissimi nomi non solo fra gli attori perchè la sceneggiatura è di Cesare Zavattini, produttore èDino De Laurentis,

 

Adesso lo chiameremmo "film di montaggio"; di fatto De Sica segue una miriade di storie in una Napoli grigia dove dall'alto, dietro un nuvolone, arriva una voce che annuncia "alle 18 comincia il Giudizio Universale".

Sulle prime tutti pensano ad uno scherzo o ad una trovata pubblicitaria, poi, davanti all'insistenza e col passare delle ore, tutti finiscono per convincersi.

Tutti sono camerieri di albergo, un ambasciatore, un avvocato che difende un venditore di titoli onorifici, un professore amante delle belle donne, un ladro, una ragazza che aspira ad andare al gran ballo quella sera, la moglie di un faccendiere che autodenuninca la famiglia per aver corrotto mezza Napoli, una coppia di amanti dove lui è il migliore amico del marito di lei, un vanesio, l'impiegato di una azienda che compra bambini dalle famiglie povere per mandarli in adozione negli Stati Uniti... E Napoli perchè forse solo Napoli ha un rapporto così palpabile ma così ironico con la morte.

 

De Sica, che aveva fatto l'attor giovane nei "telefoni bianchi", che insieme a Rossellini e Zavattini e Amidei aveva inventato il neorealismo, che aveva già fatto negli anni '50 il cosidetto "neorealismo rosa" regalandoci l'indimenticabile Maresciallo Carotenuto Antonio di Pane amore e fantasia, che era felicemente approdato nel surreale (ancora assente nel cinema italiano) girando il meraviglio "Miracolo a Milano", tenta di nuovo questa strada fantasiosa che in Italia proprio non ce l'ha mai fatta ad attecchire.

Strepitose le battute della "voce" quando chiama un siriano, si sente rispondere che è maomettano e chiede scusa. E tante altre piccole situazioni.

 

Magnifico, magnifica e perenne la "ninna nanna" del razzista pentito.

 

fiore di cactus :)

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni