TV fiction e non solo

PREFERISCO IL PARADISO

regia di Giacomo Campiotti -

con Gigi Proietti, Roberto Citran, Enzo Salvi, Sergio Fiorentini 

Italia - 2010

 

 

 

 

Disse bene il mio amico Eugenio: quello romano è un popolo feroce.

Non è questa la sede per spiegarne i motivi profondi, a me viene in mente la Lupa capitolina,  ma sicuramente quella ferocia mi sembra la ragionevole base, il ragionevole senso di quella precisa graffiante ironia ai limiti della cattiveria che ho imparato da Nino Manfredi, da Alberto Sordi e, per arrivare al "nostro" da Gigi Proietti.

Proietti "fa ridere" perchè la sua comicità è tutta dentro la "ferocia" della lingua e dello spirito del popolo romano, del suo essere crasso, disincantato, un po' paraculo.

Che c'entra tutto questo con un toscano tanto buono da essere quasi buonista come San Filippo Neri che infatti era chiamato "Pippo il buono"?  Infatti non c'entra nulla, infatti Gigi Proietti non ha mordente perchè veste panni non suoi.

E a questo sono arrivata dopo aver fatto l'inevitabile confronto con il Filippo Neri di Gigi Magni "State buoni se potete" e il confronto non poteva che essere rischioso: non c'è la dimensione magica di quel diavolo tentatore in tante vesti che insidia Filippo-Dorelli  per tutto il tempo, non c'è la fotografia sabbiosa, non c'è la scenografia, ci sono i costumi, certo, ma non ci sono le musiche di Branduardi e non c'è la dolce ironia del milanese Jonny-Neri. 

Certo, uno dice: ma questa è un'altra cosa e lo capisco pure che qualunque regista avrebbe fatto una cosa diversa.

Ma non funziona. e non funziona, alla fine, soprattutto perchè Gigi Proietti ce lo aspettiamo romano e quindi non buono o buonista, ce lo aspettiamo "feroce", intelligente, disincanto: tutte cose che con la santità, forse, non hanno molto a che vedere.

Ho anche pensato che il regista avrebbe potuto dirigerlo meglio sfruttando di più le capacità dell'attore Proietti ma non è questo: Proietti non è "un santo buono", è romano, che è un'altra cosa.

Tant'è vero che non mi pare ci siano molti santi romani e che per giunta venissero dal popolo.

Mannaggia! E dire che questo Filippo-Proietti l'ho tanto aspettato...

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni