film

 

SPQR - - 2000 e ½ anni fa

di Carlo Vanzina

con Christian De Sica, Massimo Boldi, Leslie Nielsen, Anna Falchi, Nadia Rinaldi

Italia - 1994 - 102'

 

La coppia Boldi - De Sica, già collaudata da tre cinepanettoni, affronta una parodia di mani pulite a due anni di distanza dai fatti della politica.

Tutto il film è ambientato, come dice il titolo, nel 71 a.C. nell'antica Roma repubblicana dove il senatore Cesare Atticus (De Sica) riscuote tangenti per il capo del suo partito Lucio Cinico (un esilarante Leslie Nielsen). Oltre a questo ha una moglie grassa ma ricca e una amante interessata.

Di ritorno da una scappatella, sulla via Appia, la sua biga  scontra con quella del giudice Antonio Servilio (Boldi) che sta arrivando a Roma fresco di trasferimento da Mediolanum.

Non sarà l'unico scontro perchè i due finiranno per dissentire su tutto, dal calcio, alla giustizia, al flirt ta i figli adolescenti.

Ma finiranno anche per trovare un accordo per smascherare le malefatte di Cinico.

Finale a sorpresa che è un omaggio a Spartacus di Stanley Kubrick.

 

Una buonissima confezione per questa commedia corale e, infatti, buon sangue non mene visto che Carlo Vanzina è il figlio di Steno (pseudonimo di Stefano Vanzina) di cui ricordiamo Guardie e ladri, diretto insieme a Mario Monicelli

 

Moltissimi i riferimenti che fanno del film una gustosa parodia. Vediamoli:

- il direttore dell'agenzia immobiliare di Roma che tira un "bidone" al giudice Servilio si chiama Lucio Sola (la "sòla", nel dialetto romanesco, indica la fregatura);
- lo stilista più alla moda si chiama Versacius (ovvio richiamo a Gianni Versace);
- il ristorante dove il senatore Atticus e la moglie vanno volentieri a cena si chiama Matricianus;
- la moglie tradita di Atticus si chiama Cornelia (con un chiaro riferimento alle corna);
- molteplici le allusioni durante la partita al Colosseo: la squadra di Mediolanum ha come colori sociali il rosso e il nero, esattamente come l'attuale Milan; il capo-ultras del Mediolanum si chiama Silvio, così come Berlusconi; l'arbitro della partita ricorda molto Pierluigi Collina;
- il comportamento del governatore siciliano Varrone e dei suoi sgherri è in perfetto stile mafioso; il ragazzo che si ribella al loro potere si chiama Leoluca così come Leoluca Orlando. Il nome di Varrone è ispirato a Marco Terenzio Varrone console romano durante l'età cesarea.
- la figura del giudice Antonio Servilio, magistrato incorruttibile ma anche un po' imbranato venuto dal nord - per far pulizia a Roma, ricorda molto quella di Antonio Di Pietro (non a caso i due hanno lo stesso nome);
quando si pente, il senatore Atticus riprende il comportamento di Mario Chiesa, mentre i discorsi che Cinicus pronuncia in sua difesa hanno più di una convergenza con quelli di Bettino Craxi;
- quando Antonio si ritrova nella gabbia della tigre si domanda se non sia su Scherzi a parte; il riferimento probabilmente è allo scherzo realmente fatto l'anno prima a Leo Gullotta, quando l'attore fu messo faccia a faccia con una tigre fuori dalla porta del suo garage;
- la ribellione di Spartaco contro "Roma ladrona" assume i connotati delle proteste anti-sistema della Lega Nord degli inizi;
- il nome della discoteca Agrippina'O, nella quale vanno a ballare Iside e Cesare Atticus, è una parodia del nome di una celebre discoteca romana, la Jackie'O.

- su tutto la proverbiale rivalità fra romani e milanesi, già grandemente trattata da Mario Monicelli ne La grande guerra.

 

E' uno dei film più divertenti della coppia tanto da avere avuto in generale critiche positive.

Il merito è di una sceneggiatura buona, serrata, piena di citazioni compresa quella dell'interrogatoria di Atticus dove Christian De Sica per un attimo imita Alberto Sordi.

Film nel complesso lontano anni e anni luce dai cinepanettoni, retti dai due attori ma total,mete deboli di sceneggiatura: all'inizio le due vicende e i due protagonisti si intersecavano, adesso sono due medio metraggi con montaggio alternato.

 

 

fiore di cactus :)

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni