cia

 

                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                  TV

 

IL SISTEMA

di Carmine D’Elia

con Claudio Gioè, Gabriella Pession, Massimo Venturiello, Lino Guanciale, Antonio Gerardi

Italia - 2016 - 100'/6

 

Raoul, intrappolato in un giro di società finanziarie da strozzinaggio ad alto livello a cui si è rivolto per salvare la sua aziende, si suicida e suo fratello, maggiore della Guardia di Finanza, decide di infiltrasi nella rete per scoprire chi ha causato la mote del fratello e non solo.

La rete è quello che ci siamo abituati a conoscere: banchieri, avvocati mafiosi, ex fascisti, olitici che riciclano denaro sporco controllano traffici...

Nella rete una dark lady, giovane economista rampante sull'orlo del pentimento.

Storia d'amore garantita.

 

Ahimé, fiction tutta romana ambientata nel clima di Mafia Capitale e girata in una Roma che non si può nemmeno definire di periferia perchè le location sono degradate, marginali, non abitate, perdute. Almeno quelle del crimine, perchè invece, ovviamente, quelle del potere sono patinate.

Nessuna riconoscibile, tutte generiche,  esattamente come il potere e il crimine.

 

Tutto molto simile alle location d "Suburra" con la differenza che qui, essendo una fiction che va in onda in prima serata, non solo ci sono i buoni ma  quello dei buoni è il punto di vista narrativo.

I buoni stavolta sono quelli della Guardia di Finanza che con un corpo speciale non indagano semplicemente sull'evasione fiscale ma su corruzione, finanza che ricicla denaro sporco, mafie interconnesse...

Ci restiamo male, così come ci siamo rimasti male per Mafia Capitale.

Perchè siamo ingenui, perchè lo sappiamo dai tempi della "Piovra" che le mafie non sono più quelle del "Padrino" ma pensiamo che riguardi altri posti e non ci rassegniamo, in fondo, che Roma sia contaminata.

Eppure non  incomprensibile. Qui  c'è la politica, qui circola molto denaro. Perchè non Roma non dovrebbe essere un luogo molto appetibile?

 

Protagonista interessante e non solo per la bravura dell'attore che è passato dai panni del prete investigatore del demoniaco (Il tredicesimo apostolo a quello dell'indagatore per conto dello Stato ma anche perchè Gioè è piccolo, francamente non bellissimo, e, in questo senso, ricorda una nobile tradizione si eroe; quella degli Hobbit che salvano il mondo.

 

Bella produzione, appassionante, didascalica e ottimista (per via della prima serata ma buona.

OVVIAMENTE non è questo il parere del brbosintellettualisenzacuore che, francamente, mi sembrano sempre più quelli che non gli sta bene niente.

 

 

fiore di cactus :)

 

 

 

 

fiore di cactus :)

 

 

film

GIF

cartOOn

TV - fiction

percorsi

soggettive

eventi

corti

news


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni