film

BAMBI

In linea con i palinsesti televisivi che in questi giorni propongono (evviva!) molti cartOOns, noi salutiamo l'anno che finisce e quello che arriva, con questo dolcissimo film di Walt Disney che nel 2012 compie ... 70 anni.

E' uscito nelle sale nel 1942. Sarebbe dovuto uscire due anni prima ma la lavorazione si era rivelata più complicata del previsto e Walt Disney iniziò per il 1940 la lavorazione di Pinocchio.

 

Bambi è basato sul romanzo Bambi, la vita di un capriolo (1923) dell'austriaco Felix Salten.

 

La scena che forse rimane più impressa rimane più impressa è la "morte invisibile" della mamma e il suono della voce del figlio che la cerca. Pur non essendo una sequenza esplicita (non si vede né si ode la mamma colpita dalla fucilata del cacciatore, a parte uno sparo molto forte quando Bambi gira l'angolo dietro alla neve), il dramma della morte è così forte che rimane una pietra miliare nella storia del cinema, non solo di animazione. Una tensione così alta nei film Disney sarà raggiunta solo ne Il re leone del 1994.

 

Un po' di curiosità

Per l'adattamento a film, Disney cambiò la specie di Bambi, trasformandolo in un cervo dalla coda bianca, per due motivi: il primo, più importante, era che questa specie semplicemente si sarebbe rivelata più familiare al pubblico americano, poiché il capriolo (la specie del romanzo originale) non è presente in America; il secondo era di renderlo più visibile contro i variopinti sfondi.


Per girare alcune sequenze - come quella che apre il film -, Walt si fece costruire una macchina che permettesse di disporre uno sfondo composto da più piani, in modo che il movimento della macchina da presa permettesse di rispettare le leggi ottiche della distanza e della profondità di campo; l'apparato in questione venne chiamato multiplane camera.


Il film, inaspettatamente in netto contrasto con il precedente film Disney Fantasia, basato sull'immaginazione collegata alla musica, fece enorme colpo su pubblico e critica del tempo, principalmente per il grande realismo delle immagini. Fino ad allora nulla di paragonabile era mai stato prodotto nel mondo dell'animazione, da nessuno.


I costi per la produzione del film furono talmente alti che i lauti incassi del 1942 non riuscirono comunque a colmarli. Solo in seguito, quando fu riproposto come da tradizione dopo 7 anni, gli incassi riuscirono a rimpinguare le casse degli studios Disney.


Bambi è il primo film nella storia della Disney, seguito poi da Il re leone in cui non vengono mostrati esseri umani, ma solo animali. Se però, tuttavia, in Bambi l'uomo si presenta - seppur "fuori campo" - come antagonista principale, nel Re Leone viene menzionato in appena una sola battuta.

 

 

 

Buon anno a tutti

 

angela :)

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni