cia

 

                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                  cartOOn

 

BELLISSIMA

di Luchino Visconti

con Anna Magnani, Walter Chiari, Alessandro Blasetti, Tina Apicella

Italia - 1951 - 113'

 

Quando Alessandro Blasetti (che qui interpreta se stesso) cerca una bambina bellissima come protagonista del suo prossimo film, a Roma le madri si scatenano per portare le figlie ai provini.

Anche Maddalena, donna di periferia che pur di concorrere e vincere, manda la sua bambina (che bellissima poverina non è) dal parrucchiere, dal fotografo, a scuola di ballo e di dizione. Sono soldi per la famiglia, certo, ma è anche il riscatto sociale.

E Maddalena tenta anche la via traversa: conosce un giovane che ha a che fare con Cinecittà, che gironzola intorno alla produzione, che ovviamente le promette mari e monti in cambio di denaro.per are i giusti regali. Così dice ma in realtà con i soldi di Maddalena si compra una Vespa.

Lei lo scopre ma in qualche maniera riesce a far fare il provino alla bimba- Provino che è un disastro.

Ma il miracolo, dopo l'arringa a Blasetti e alla troupe che ha deriso la bambina, avviene comunque, Blasetti la sceglie, la produzione arriva col contratto nella casa di periferia.

E invece Maddalena rifiuta.

 

L'occhio acuto di Visconti fa un film neorealista che parla delle illusioni del neorealismo e, in questo senso, della sua fine.

Tutto riassunto, oltre che nel film, nella figura della ragazza che Maddalena incontra in sala moviola: aveva fatto un film, si era illusa che sarebbe diventata famosa poi nessuno l'ha presa più e si è accontentata di un lavoro oscuro. 

 

Meraviglioso film, meravigliosa Anna Magnani che evolve alla grande il suo personaggio.

Grana forte, contrastata, del B/N.

 

Bellissima potrebbe considerarsi il confine fra il neorealismo e il cinema d'autore. Chissà...

 

 

 fiore di cactus :)

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni