cia

 

                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                  TV

 

CAPRI

da un idea di Carlo Rossella

con Gabrialle Pession, Sergio Assisi, Kaspar Capparoni, Isa Danieli, Carlo Croccolo, Bianca Guaccero, Rosanno Banfi, Nello Mascia, Daniela Poggi, Toni Garrani, Billo, Antonella Stefanucci, uca Ward, Anna Galiena....

Italia - 2006/2010 - 38 puntate /100'

 

 

Vittoria, giovane psicologa milanese in procinto di sposare un bacchettone di avvocato che più bacchettone e antipatico non si può, viene convocata a Capri per una questione ereditaria di cui lei non è a conoscenza.

Di colpo si trova a scoprire non solo di avere ereditato parte di una meravigliosa villa ma di essere anche figlia di una ragazza uccisa in un affare di camorra che l'ha data in adozione appena nata, a sua volta figlia di Reginella, cuoca e governate fedele della defunta proprietaria della villa.

Gli altri due eredi sono Massimo e Umberto, nipoti della defunta donna Isabella, fratelli simili per valori e diversi per approccio alla vita come capita sempre tra fratelli.

E come è prevedibile, Vittoria, che riporta in vita la villa con piglio e idee imprenditoriali milanesi, si invaghisce prima di uno e poi si innamora dell'altro.  Il tutto condito da altre vicende dove entrano miliardarie americane innamorate del pescatore, profughi africani, loschi e foschi personaggi legati più o meno alla camorra napoletana.

Fine della prima serie.

 

Seconda serie.

A Vittoria non è concessa pace. dopo tre anni di amore tranquillo col fratello tranquillo, ecco arrivare a Capri un antico amico della madre morta ammazzata, Cosimo, diventato ricchissimo benefattore votato alle cause dei bambini africani. Solo che Cosimo è diventato questo grazie a molti soldi ricevuti da non si sa chi e non si sa perchè. La soluzione del mistero è la chiave di una cassetta di sicurezza che Cosimo stesso ha sepolto in un'anfora tornata a galla dopo un terremoto sottomarino. E per nascondere la verità ricatta e sequestra la povera Vittoria.

Giusto happy end con i due fratelli che amano Vittoria anche se ormai senza competizione.

Fine seconda serie.

 

Terza serie.

Non c'è più nessuno dei tre protagonisti a cui ci si era affazionati. In compenso protagonista diventa l'antipatica Carolina uscita dal carcere in cerca di redenzione a Capri e nella serie. Ma poichè Bianca Guaccero non la sopporto qualunque cosa faccia, non so dire niente di questa terza serie di cui ho visto solo la prima puntata con irritazione oltre il limite tollerabile.

 

Il merito, a parte le meravigliose location capresi, è in una scrittura intelligente, sempre sospesa fra l'irresistibile ironia napoletana, l'equivoco amoroso, l'inghippo poliziesco, la coralità come solo la commedia all'italiana ha saputo fare.

Non è mai stato difficile capire per chi fare il tifo: amoroso nella prima serie, per i buoni nella seconda serie.

E proprio nella seconda serie va segnalato un'altra zampata di casting e regia: aver fatto del bellissimo, irresistibile Luca Ward, il fetente dei fetenti.

 

Bella serie, da rivedere e rivedere e rivedere ancora.

 

fiore di cactus :)

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni