film

 

CAPTAIN PHILLIPS

di Paul Greengrass

con Tom Hanks, Barkhad Abdi

USA - 2013 - 134'

 

Tratto da un fatto vero.

Un cargo americano che porta aiuti umanitari viene assalito dai pirati somali al largo del Corno d'africa. Il comandante del cargo viene preso in ostaggio e e alla fine viene liberato dai marines che con sofisticati sistemi di puntamento sparano e uccidono tutti i pirati.

 

Chi mi conosce sa quanto io sia poco incline a considerare il film soprattutto dai contenuti, eppure questo si presta moltissimo e a vari livelli.

Per primo, cosa che si è letta da tutte le parti intervista al cast compresa, è la vicenda giocata fra i due capitani, quello del cargo e quello della nave pirata, lui bianco ricco, qualche chilo (meravigliosamente) sovrappeso, ammantato del giusto diritto internazionale occidentale, l'altro nero, poverissimo, magro, forte della violenza dei reietti.

Un duello fra il buono e il cattivo, nella migliore tradizione del cinema americano dove il buono è buono e il cattivo è anche armato.

Solo che i tempi di Ringo sono molto lontani e, anche se il buono è doppiamente buono perchè porta aiuti ai poveri della terra, il cattivo è tale perchè affamato, cosa che nel western classico, quello prima di Sergio Leone, non era neanche lontanamente contemplato.

I pirati somali sono brutti sporchi e cattivi, sicuramente, ma se ne raccontano i motivi anche se non si giustifica, giustamente, la violenza.

E parlando di pirateria e di azioni per salvare "il proprio cittadino" non può che venire in mente il caso, ancora tragicamente sospeso, dei nostri due marò che hanno sparato su due "pescatori" uccidendoli durante una azione antipirateria al largo delle acque indiane. Qualcuno ha detto,dato che i due giudicati dai tribunali indiani rischiano la pena di morte (la pena di morte? ma siamo impazziti?) "andiamoli a riprenderceli". MAGARA... L'Italia non è, evidentemente, gli USA, non sa o non vuole o non può. Viene il dubbio che non possa creare un incidente con un paese con cui ci sono in ballo molti contratti economici...

...Viene anche da considerare che i pirati dei romanzi e di film, quelli de L'isola del tesoro e della Tortuga, brutti e sporchi e cattivi ma spesso poveracci diventati criminali. Tutt'altra cosa i corsari anche s alla fine credo che abbiamo finito per somigliarsi.

 

Eppure, tornando al film, il "cinema" viene fuori e non posso fare a meno di notare...

Tanto di cappello al costumista e al trucco-parrucco che hanno fatto brutti sporchi e cattivi gli attori somali

Tanto di cappello al regista che li ha diretti, visto che si tratta, a occhio, di attori non professionisti impegnati in un film "neo-realista" del terso millennio.

Tanto di cappello al regista e al direttore della fotografia che hanno gestito macchine a mano senza infastidirci.

 

Qualunque commento su Tom Hanks è superfluo.

 

fiore di cactus :)

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni