dai giornali

Torna Carosello

Ma solo su 4 DVD offerti da Repubblica e l'Espresso tutti i venerdì a partire dal 9 novembre.

Sarà l'occasione, per i più grandi, di fare un bel tuffo nel passato, per i più giovani di guardare un pezzo della storia del nostro paese.

 

 

Va ricordato (o raccontato), che Carosello è stato un vero e proprio fenomeno, un appuntamento che ha segnato anche i comportamenti: i bimbi a letto dopo Carosello, che veniva dopo il (noioso per i bimbi) Telegiornale. C'era una sola rete televisiva, e quando il 4 novembre del 1961 aprì la seconda rete, il telegiornale che precedeva Carosello diventò "il telegiornale del primo (canale)

E va ricordato o raccontato, che molti attori famosi, praticamente tutti gli attori famosi, facevano i Caroselli, da Ugo Tognazzi, a Nino Manfredi a Vittorio Gassman, a Virna Lisi, a Gino Cervi, insieme agli indimenticabili Ernesto Calindri, Tino Scotti, Renato Rascel...

Erano pubblicità molto semplici, storielle che non avevano quasi mai alcuna attinenza con il prodotto reclamizzato che saltava fuori da una battuta alla fine dei due minuti del "carosello".

Oggi si chiama "spot" o "clip".

Tenerissime le scenografie, spesso disegnate come una quinta teatrale, tenerissime le animazioni fatte a passo uno in un epoca in cui la computer grafica non era stata nemmeno immaginata.

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni