film

CESARE DEVE MORIRE

di Paolo e Vittorio Taviani

con Cosimo Rega, Salvatore Striano, Vincenzo Gallo, Giovanni Arcuri, Antonio Frasca

Italia - 2012 - 76'

 

Nel teatro del carcere di Rebibbia si chiude il Giulio Cesare di Shakespeare, frutto del laboratorio teatrale svolto con i detenuti nell'ambito delle attività di recupero.

Finito lo spettacolo, i protagonisti rientrano in cella. Dal colore si passa al bianco e nero e parte il flashback che racconta del back stage dello spettacolo, a partire dai provini per scegliere gli interpreti principali: ai detenuti si chiedono le generalità da dire in due modi diversi, piangendo e arrabbiati. E quando comincia lo studio del copione, a tutti viene chiesto di dire le battute con l'inflessione del proprio dialetto.

E tra la forza delle parole di Shakespeare e la forza della lingua, passo dopo passo, battuta dopo battuta il detenuto lascia il posto all'uomo e all'interprete.

E' evidente che non è un semplice backstage, che c'è una finzione nella finzione ma quello che non è per niente finto è il carcere e i suoi "ospiti" che "recitano" in modo straordinario.

Non è un back stage e non è un documentario, si può definire una docu-fiction.

E' in ogni caso un film molto intelligente, con una grande scrittura dovuta non solo al testo teatrale di partenza. Basta considerare come il carcere diventa location, come gli ambienti riescono a diventare simbolici pur mantenendo tutta la loro identità e riconoscibilità; o pensare alla regalità con cui avanza il detenuto Cesare, come è dolente e tormentato il detenuto Bruto, coma il detenuto Cassio, ergastolo per omicidio, imbastisce il rapporto col tempo di allestimento dello spettacolo.

 

Il colore torna nello stesso momenti in cui era andato via, rivediamo la stessa ultima scena, rivediamo i saluti e i detenuti tornare in cella. Solo che adesso li riconosciamo per aver passato con loro il tempo della costruzione dello spettacolo: Cesare, Bruto, Cassio...

 

Un capolavoro. Forse la cosa più bella, fino ad ora, dei fratelli Taviani che, pure, di cose belle, ne hanno fatte davvero tante.

 

fiore d cactus :)

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni