film

 

EROS 

"Il filo pericoloso delle cose" - di Michelangelo Antonioni - con Christopher Bucchols

"Equilibrium"- di Steven Sodebergh - con Alan Arkin

"La mano" - di Wong Kar Wai - con Gong Li 

Hong Kong, U.S.A., Italia, Francia, Lussemburgo  2004 - 104'

Tre episodi legati, nelle intenzioni, dal filo dell'erotismo. Erotismo che, dispiace dirlo, è  assente nei primi due episodi di Antonioni e Sodebergh

A meno che, nel caso di Antonioni, non si voglia considerare erotica la banale situazione di una coppia di ricchi, insoddisfatti nullafacenti in una tenuta intorno all'Argentario in cui lui incontra una altrettanto nullafacente cavallerizza, la segue fino a casa (bellissimo casale restaurato) e fanno sesso. Ma va?

A meno che non sia erotico il guardare fuori dalla finestra con un cannocchiale, nel caso di Sodebeergh.

Tentati di abbandonare la sala, si arriva al terzo trattenuti dal dubbio che forse il regista orientale può riservarci qualche sorpresa. E infatti, evviva!

L'episodio di Wong Kar Wai, con la bravissima Gong Li, è invece di un erotismo sfrenato, giocato tutto intorno all'amore di un sarto per una prostituta di cui , cucendole i vestiti, conosce il corpo nelle minime linee.

Ma avesse l'occidente esaurito tutte le risorse narrative?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni