TV, fiction e non solo

Massimo Ranieri: Filumena Marturano

Ho avuto modo di discutere con i miei allievi di Storia del cinema italiano della Upter-Università Popolare di Roma qualche giorno prima che questa nuova edizione di "Filumena" andasse in onda e le opinioni (preventive) andavano dal balndo scetticismo all'assoluto dissenzo.

Nessuno che fosse curioso o possibilista.

Non è che sia una classe di conservatori, tanto più che l'assoluto dissenzo veniva da Alessia che ha superato da poco i 30 anni ma è innamorata di Napoli e di Eduardo e insomma Filumena non si tocca.

 

In effetti la sfida di Massimo Ranieri non è stata cosa da poco: si confrontava con Eduardo nelle due versioni una cinematografica con Titina e Tina Pica (nella parte della governante), l'altra teatrale per la TV con Regina Bianchi e Lina Sastri (nella parte della figlia); per non parlare della versione cinematografica di Vittorio De sica "Matrimonio all'italiana" con Sofia Loren e Marcello Mastroianni. Da far tremare le vene dei polsi in assoluto. E in particolare se da una parte Massimo Ranieri è napoletano ed è un bravissimo attore, dall'altra c'era la scelta del tutto innovativa di una Filumena interpretata da Mariangela Melato, gigantesca come attrice ma milanese.

Eh...

Personalmente aspettavo con grande curiosità e su Mariangela Melato ero divisa a metà: non ha la fisicità della prostituta popolana napoletana, ha piuttosto il viso della intellettuale borghese tormentata ma è una grande attrice. Ho salutato invitando ad una riflessione sui pregiudizi, sull'essere prevenuti e sulla inclinazione a fare troppi paragoni.

 

E infine l'ho visto e devo dire: bene, molto bene. A Ranieri nulla di dire. Ma nulla da dire anche a Melato: brava, intensa, giusta in questa scelta di italianizzare il testo, scelta che aveva già fatto in parte Eduardo stesso (aveva elaborato una lingua teatrale che travalicava il napoletano e l'italiano)

Senza parlare delle musiche di Ennio Moricone.

 

Ho apprezzato molto i progetto RAI di portare sullo schermo 4 opere di Eduardo, un po' come era accaduto negli anni '60. Sono operazioni coraggiose e paradossalmente diventate addirittura "innovative" data la piega che hanno preso le televisioni da 30 anni a questa parte. Aspetto quindi le altre tre serate:

Napoli milionaria con Barbara De Rossi ai primi di febbraio

Questi fantasmi con Bianca Guaccero a marzo

Sabato domenica e lunedì con Elena Sofia Ricci ad aprile

 

angela :)

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni