cartOOn

Gigante, pensaci tu

Era il 1971 e dalla matita dell'eclettico Romano Bertola prendevano vita i simpatici personaggi della "Valle Felice" che abitavano in uno sperduto villaggio immerso nel verde e dei quali personaggi, l'anno successivo, si appropriava la televisione e ne faceva un carosello per la Ferrero

Jo Condor (un avvoltoio vestito da militare, con un mirino sulla punta del becco), insieme con il fedele Secondor, disturba la vita della Valle Felice, distruggendo cose amate da tutti gli abitanti. Alla fine i bambini chiedeveno aiuto al Gigante cantando "Gigante, pensaci tu!". Interveniva allora il Gigante Amico che riportava la pace e puniva "quel briccone di Jo Condor". Jo Condor diceva la battuta "E che c'ho scritto Jo Condor?"; Il Gigante lo prendeva per la coda e lo butta via mentre il condor gridava "Ma mi lasci... non c'ho la  mutua!".
 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittą

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni