dai giornali

L'attore australiano trovato senza vita nel suo appartamento di Manhattan. Aveva 29 anni, era diventato celebre grazie al film "Brokeback Mountain"
Morto l'attore Heath Ledger, grande promessa, eterno secondo

NEW YORK - Brutto scherzo per Hollywood nel giorno delle nomination agli Oscar. Heath Ledger, uno degli attori più giovani e promettenti della nuova generazione, già celebre grazie all'interpretazione, accanto a Jacke Gyllenhaal, del film Brokeback Mountain, che gli era valsa una candidatura all'Academy Awards nel 2005, è stato trovato morto nel suo appartamento di New York. Aveva 29 anni. Ledger è stato trovato morto nell'appartamento di Broome Street, a Soho, dalla sua cameriera, che stava accompagnando nella camera dell'attore una massaggiatrice con la quale aveva un appuntamento. La polizia di New York esclude che il decesso abbia un'origine violenta, e sospetta che possa essere legato all'uso di stupefacenti.

Il cinema se lo portava dietro fin dall'anagrafe. Il suo nome, Heath, era stato scelto dalla madre per la sua passione per il personaggio di Heathcliffe, di Wuthering Heights, tratto dal romanzo di Emily Bronte e interpretato per il grande schermo da Laurence Olivier nel 1939. Heath era nato esattamente quarant'anni dopo, nel 1979, a Perth, in Australia. Fin da giovane inizia a frequentare un piccolo teatro della sua città, poi entra nella Globe Shakespeare Company, a sedici anni lascia la scuola e si trasferisce a Sidney e dopo piccole partecipazioni a film tv ottiene un ruolo più importante nella serie Sweat e in Roar, telefilm di produzione americana.

La sua prima volta in un film risale al 1999, con la commedia 10 cose che odio di te, ma la paura di fossilizzarsi nel ruolo di "bello" lo porta a rifiutare altre porposte per circa un anno. Fino al 2000, quando viene scelto per Il patriota di Roland Emmerich e vince lo Showest Award come "L'attore di domani". La popolarità arriva l'anno successivo grazie a Il destino di un cavaliere, di Brian Helgeland, in cui è un giovane scudiero che diventa cavaliere nella Francia del Trecento.

Ma il successo stenta ad arrivare, a causa di una serie di scelte sbagliate (piccole parti che, anche se in film importanti, come Monster's Ball, non lasciano traccia) e di contratti mancati, come quello per Alexander, di Oliver Stone, per il quale, al suo posto, verrà scelto Colin Farrel. Non sarà l'unica volta. Spesso arriverà secondo e sarà, quindi, fatto fuori. Gli accadrà con il ruolo di Peter Parker in Spiderman, per il quale sarà scelto Toby Maguire, per quello del giovane Anakin Skywalker in Star Wars: Episode II - Attack of the Clones, andato poi a Hayden Christensen, per Moulin Rouge, accanto a Nicole Kidman, in cui invece lavorerà Ewan McGregor.

Ledger deve aspettare ancora per ritrovare la strada giusta. Succede con tre film, che vengono fra l'altro tutti e tre presentati alla Mostra del cinema di Venezia del 2005: I fratelli Grimm e l'incantevole strega di Terry Gilliam, Casanova di Lasse Hallstrom e I segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee, che sarà il suo colpo di fortuna. La sua interpretazione del cowboy macho che si innamora di un altro uomo gli vale una nomination all'Oscar. Ma la statuetta gli viene soffiata da Philip Seymour Hoffman per Truman Capote: a sangue freddo.

Lo scorso anno, Ledger aveva fatto parte del cast di I'm not there, il film di Todd Haynes sulla vita di Bob Dylan, in cui interpreta la rockstar in una fase della sua vita. Il suo ultimo lavoro era stato The Dark Night, sequel di Batman Begins: il suo ruolo, quello di Joker, aveva provocato l'ira di Jack Nicholson, che l'aveva interpretato nel Batman di Tim Burton nel 1989. La star hollywoodiana non aveva condiviso la scelta del regista dicendo, in un'intervista, che avrebbe voluto almeno essere consultato. Ma Christopher Nolan, che ha diretto il film, aveva motivato la sua decisione parlando di Ledger come di un "attore ricco di talento e pronto a ogni sfida".

(la Repubblica 22 gennaio 2008)


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni