film

 

IL CASO PARADINE

di Alfred Hitchcock

con Gregory Peck, Alida Valli, Charles Laughton

USA - 1947 - 113'

 

Maddalena Paradine, bellissima e misteriosa donna, è accusata dell'omicidio del marito, un ricco e anziano militare in pensione diventato cieco ancora prima di incontrarla. A difenderla un giovane e molto brillante avvocato che si innamora di lei e tenta in tutti i modi di evitarle la condanna a morte. Coinvolge il giovane e devoto maggiordomo, sospettando a ragione una relazione con la donna. Ma la verità è tutt'altra: quando il giovane, sentendosi coperto di infamia, si suicida, Maddalena confesserà il delitto perchè la vita, morto il suo amante, non ha più senso.

 

Produzione sofferta per un film che tutta la spettacolarità e l'andatura delle fasi processuali.

Il produttore è intervenuto più volte sia nella sceneggiatura che nella durata: era previsto durasse tre ore e c'era la versione originale di Hitchcock fino a quando, nel 1980, non è andata distrutta in una alluvione.

 

I protagonisti furono scelti al posto di altri: Gregory Peck al posto di Laurence Olivier, Alida Valli asl posto di Greta garbo. In particolare, la Valli è arrivata sul set a riprese iniziate senza avere il tempo di imparare il copione: tutte le battute le venivano suggerite volta per volta ma fu per lei il lancio Hollywoodiano.

 

All'uscita il film ,costato moltissimo soprattutto per la ricostruzione del tribunale londinese in teatro e per l'uso di quattro camere contemporaneamente (tecnica modernamente televisiva), non ebbe immediatamente ne' successo di critica ne' grandi incassi ma in seguito fu rivalutato.

 

Come al solito Hitc ha trovate geniali nella tecnica di ripresa.

Magnifica l'inquadratura del maggiordomo che entra in aula: la macchina da presa segue Latour che entra alle spalle dell'imputata, immobile e apparentemente impassibile, in realtà profondamente turbata. Per dare la sensazione che lei lo sente quasi fisicamente, con l'odorato, Hitc filma la scena in due riprese: una panoramica a duecento gradi su Latour che avanza dalla porta alla sbarra, un primissimo piano sulla donna davanti allo schermo di trasparenza, seduta su uno sgabello girevole per ristabilire l'effetto di rotazione, infine la macchina da presa ritorna su Latour.

 

fiore di cactus :)

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni