film

IN NOME DEL POPOLO SOVRANO - Gigi Magni - 1990 - Italia - 140'

 

Siamo a Roma nel luglio del 1849, la Repubblica Romana è al suo atto finale quando i francesi che avevano dichiarato sorelle tutte le repubbliche, intervengono invece in aiuto di Pio IX scappato a Gaeta e lo rimettono sul trono

 

Il film è stato prodotto per la televisione e chiude la trilogia sul Risorgimento romano che aveva visto "Nell'anno del Signore" e "In nome del Papa Re".

E' stato trasmesso in due puntate ed esiste anche una versione più breve, accorciata di tenta minuti con tagli alle parti che sono state evidentemente giudicate lunghe. Ma posso garantire che per chi ha visto tutto il film, non c'è nulla che sia inessenziale. Tra le parti tagliate, per esempio, Nino Manfredi che canta accompagnato dal mandolino. O alcune riflessioni di Ugo Bassi o i dialoghi dei ragazzini a proposito degli angeli custodi.

Il film nella sua interezza è molto bello e rappresenta un esempio di come si può fare grande produzione televisiva.

 

Al solito Gigi Magni sa mescolare commozione e risate.

 

Il cast è al solito di tutto rispetto, anzi di più: Nino Manfredi (Ciceruacchio), Serena Grandi, Alberto Sordi, Massimo Wertmüller, Luca Barbareschi, Elena Sofia Ricci, Jacques Perrin, Carlo Croccolo, Gianni Bonagura,  Roberto Herlitzka.

In particolare è bello il rapporto artistico fra Sordi e Wertmuller, nella parte di padre e figlio, dove, al di là del piano narrativo, sembra di assistere al confronto fra due generazioni di artisti dove evidentemente uno ha attinto dall'altro.

 

E poi il merito di avere sollevato il velo dell'ignoranza sui fatti della Repubblica Romana, evento molto significativo del Risorgimento italiano che ha visto proprio a Roma la realizzazione del sogno mazziniano di una repubblica e la presenza del socialista Garibaldi.

Repubblica che ha avuto vita breve ma va ricordato che il primo articolo è uguale a quello della repubblica italiana.

Repubblica le cui vicende non hanno mai avuto grande spazio nei libri di storia. Ma si sa, la storia che poi passa sui libri, è scritta dai vincitori e i vincitori del risorgimento italiano sono stati i piemontesi e i Savoia. L'Italia alla fine è stata unita ma è stata una monarchia e non una repubblica,  quasi per un altro secolo.

Per i romani questo film ha assunto una ulteriore importanza perchè ha raccontato un pezzo della storia della nostra città che non ricordavamo e che la toponomastica delle strade di Trastevere non basta a ricordare. Nel film ci sono tutti: Giuseppe Garibaldi, Luciano Manara, Enrico Dandolo, Goffredo Mameli (l'autore del nostro inno nazionale), Angelo Masina, Giuseppe Gioacchino Belli

E c'è Angelo Brunetti "detto anche il Ciceruacchio", Ugo Bassi, Giovanni Livraghi.

E c'è il popolo di Roma, tutti sul Gianicolo a difendere la Repubblica.

 

A Gigi Magni il merito di aver saputo raccontare non sul filo della biografia (che può essere molto documentaristica e noiosa) ma con i canoni del romanzo <storico ottocentesco, quello di Alessandro Manzoni o di Walter Scott, dove la storia era raccontata attraverso le vicende romanzate di personaggi collaterali forse mai esistiti, come Renzo e Lucia o Robin Hood o il marchesino Eufemio nel nostro caso.

Per non parlare della valenza politica.

 

Bellissima anche la parte di epilogo, la fuga verso Venezia quando Bassi, Livraghi e Brunetti saranno catturati e fucilati. Bellissime le sequenze sul Delta del P verso Comacchio, bellissima la colonna sonora di Nicola Piovani che con questo film inizia la collaborazione con Gigi Magni e si candida come autore capace di ricercare, ricostruire e interpretare la tradizione musicale romana.

 

David di Donatello 1991 per i migliori costumi a Lucia Mirisola, insieme praticamente da sempre nel lavoro e nella vita di Gigi Magni

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni