film

 

KING KONG

di Peter Jackson

con Naomi Watts, Jack Black, Adrien Brody,

USA - 2005 - 187'

 

Remake vero dell'originale, ambientato negli anni '30, quando l'originale era stato girato. A 80 anni di distanza, un rifacimento "in costume" con piccole variazione e molte citazioni che sono un omaggio al primo film, capolavoro della storia del cinema.

Se perfino all'epoca, King Kong era anche un meta film, forse il primo, (il film parlava di un film), questo è una gioia, una chicca, un pasticcino.

 

La storia è sempre la stessa: un regista deve girare un film, il suo produttore non lo finanzia, assolda una attricetta, arrivano sull'isola, gli indigeni la offrono a Kong, lui si innamora... E sulla nave c'è un Jack, in ogni film sempre in un ruolo diverso, che ama Ann e la salva. Mentre Kong sarà catturato per essere esposto al pubblico, poi scappa nella città, scala.... questo scala nuovamente l'Empire...viene da considerare che nel secondo c'erano ancora le Torri Gemelle, qui non c'erano più e comunque il film è ambientato quando ancora non c'erano.... vabbhe...

 

Peter Jacson rimane fedela alla storia originale, tanto da raccontare che sulla nave si girano scene del film del '33, come il dialogo fra Ann e il capitano dove lui le dice che le donne a bordo sono solo seccature.

Meta meta meta.....

E restituisce gli insetti giganti che nel 33 erano stati tagliati insieme a tutti i dinosauri del Jurassik.

 

Non si tratta solo, credo, di una versione aggiornata, nel complesso sembra un atto di amore verso il cinema e alla sua gigantesca icona.

Naomi Watts restituisce una Ann sempre bionda e fragile ma più consapevolmente "innamorata" di quella creatura gigante che per lei combatte e infine muore.

Kong è interpretato da Andy Serkis che ha  utilizzato una tuta dotata di sensori per i movimenti, la stessa usata nella trilogia de Il signore degli anelli per interpretare Gollum.  Serkis ha avuto anche un ruolo "in carne e ossa" quello di Lumpy il cuoco.

 

A proposito di omaggi al cinema, segnalo che quando il regista cerca una attrice che abbia la taglia 38, chiede di Fay  (Wray) e l'aiuto regista gli dice che Fay sta girando per la RKO con Cooper: si tratta del King Kong del '33. Meravigliosa zampata di regia e sceneggiatura.

 

E, parlando di effetti speciali, di tecnica mista, di controllo della scena anche se virtuale: la meravigliosissima sequenza della fuga dei brontosauri nelle gole della montagna.


fiore di cactus :)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni