film

LA BUSSOLA D'ORO

di Chris Weitz

con Nicole Kidman, Dakota Blue Richards, Sam Elliott, Eva Green, Tom Courtenay

USA, Gran Bretagna - 2007 - 120'

 

Un film che inizia dicendo che ci sono molti mondi, tutti paralleli, collegati fra loro dalla polvere, non può che essere accattivante, tanto che non so perchè io me lo sia perso quando è uscito.

 

E poi continua, parlando solo del prologo, che il potere alla fine ha impedito, distruggendole, l'uso delle "bussole" che dicono la verità e adesso ne è rimasta solo una e solo una persona capace di leggere le sue risposte.

E' una bambina orfana che vive in un prestigioso collegio e che riceve la bussola sopravvissuta dal "maestro" e sa che non deve parlarne con nessuno, meno che mai con la bella e gelida signora Coulter che la invita a seguirla in un viaggio verso nord.

Infatti la signora Coulter è un personaggio losco che conduce un terribile progetto: separare i bambini dai loro daimon, che in questo mondo è l'anima che vive fuori dal corpo e che assume la forma di un animale. La terribile separazione è giustificata dal fatto che solo quando l'anima si stabilizza, cioè quando il daimon assume la sua forma definitiva, gli uomini entrano in contatto con la polvere e possono cominciare a maturare anche pensieri cattivi. Sembrerebbe un'opera pia ma il fine è controllare la volontà degli uomini.

La bambina in tutto questo vuole salvare i due bambini che sono stati rapiti e condotti dove verranno separati dal loro daimon e ritrovare il padre che si è recato anche lui a nord, dove ha scoperto una sorta di varco tra i mondi da cui la polvere arriva: vuole viaggiare tra i mondi e conoscerli e scoprire l'origine della polvere.

 

Il viaggio sarà ovviamente avventuroso e Lyra incontrerà amici potenti che saranno suoi alleati.

 

Accattivantissimo ma.... finisce che Lyra è ancora in viaggio: voglio conoscere tutto della polvere, devo rimettere molte cose a posto e provassero a fermarci.

 

Il film infatti è tratto da una trilogia e questo era evidentemente solo il primo; sembra che nel 2008 stessero pensando al sequel ma poi la crisi ha bloccato la produzione.

La crisi e non solo. Perchè la trilogia aveva sollevato polemiche di fuoco negli ambienti cattolici data la tessitura ateo-gnostica.

E pare che la stessa cosa sia successa anche con Harry Potter.

Già...

A ben guardare nessuna delle saghe attuali prevede l'esistenza di "Dio", nemmeno in Twiligt si parla dei vampiri come demoni e di croci davanti a cui scappano.

Anzi, dirò di più: sembra che anche nelle favole classiche, a parte qualche accenno al "buon dio" che manda figli a genitori sterili, sempre ammesso che non si tratti di miracoli delle traduzioni per i bambini della cristianità, non mi pare ci sia tutto fervore religioso.

 

Il film comunque è ricco di effetti speciali e di animali 3D che si muovono in assoluta elasticità e plausibilità. L'ho detto altre volte: difficile stabilire il confine con i cartOOn.

Bella la scenografia: sembrerebbe un mondo anni '30 ma con una tecnologia avanzata "in costume", come "Dune".

Nicole Kidman è perfetta nel ruolo della perfida signora Coulter: io l'ho sempre detto, è bella ma ha gli occhi gelidi da stronzetta, insomma è tutto tranne che "simpatica" ma forse è il fardello di quelle tanto belle.

Dakota Blue Richards che qui aveva 14 anni, ha fatto due anni dopo un altro fantasy; speriamo per lei che non sia l ruolo perenne.

 

Chissà se vedremo mai il seguito della saga...

 

fiore di cactus :)

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni