film

 

LA DONNA PERFETTA - di Frank Oz - con Nicole Kidman, Matthew Broderick, Christopher Walken, Glenn Close - 2004 - USA - 90'

Gira e rigira le donne sono sempre streghe.

Joanna, presidente di un network televisivo; dopo il fallimento del suo reality show, viene licenziata e cade nella più cupa delle depressioni. Walter, il marito, decide così di licenziarsi dallo stesso network in cui ha un ruolo oscuro, e di trasferire tutta la famiglia nella ridente cittadina di Stepford.

Qui sembra regnare l’idillio: mariti felici, signore sorridenti, gentili, sempre ben pettinate e vestite con colori pastello. Le uniche note stonate sono Joanna, Bobbie, una affermata scrittrice ebrea e Roger architetto gay. I tre scoprono presto che Stepford, città curiosamente recintata, nasconde qualcosa di orribile: mediante l’inserimento di microprocessori nel cervello, le donne di Stepford vengono cambiate in docili automi che si possono accendere, spegnere, muovere con un telecomando personalizzato. Questa sorte tocca a Bobbie e a Roger e infine anche Joanna sembra diventare bionda, sorridente, vestita di rosa, perfetta per la felicità di Walter.

Un film “leggero” con una storia interessante alle spalle: è il remake de “La fabbrica delle mogli” del 1975 a sua volta tratto da un romanzo di Ira Levin che raccontava negli anni del boom femminista, del disagio degli uomini ad accettare il nuovo ruolo paritario.

Il film del 75, pensato come horror, condannava Joanna alla stessa tragica fine delle altre; invece la versione odierna ha un prevedibile lieto fine: sarà proprio Walter a disabilitare i circuiti e a restituire alle donnine perfette la loro vera identità: scienziate, manager, scrittrici, donne di successo. Per la disperazione dei mariti lasciati agli arresti domiciliari nella ridente Stepford. E chi aveva architettato tutto? Ma proprio lei, Claire, ex chirurgo, che voleva un mondo romantico, uscito dalle pubblicità degli anni ‘50, che sono anche i titoli di testa del nostro film. Un mondo che è lo specchio del sogno maschilista americano (e non solo): la casetta, una moglie che prepara biscotti, cura la casa  ed sessualmente entusiasta.

Insomma, uomini in fondo buoni, donne in carriera e una strega cattiva.

Anche se con ironia e leggerezza per un film godibile con un cast eccezionale: Nicole Kidmann, veramente straordinaria nella prima parte del film quando è ancora “in carriera”, Matthew Broderik non più ragazzino almeno nel fisico, un diabolico Christopher Walken e Glenn Close sorridente, romantica e completamente folle.

Buoni il ritmo, la recitazione, la chiave comedy-horror ma...

 

 

 

 


film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni