film

LA MIA AFRICA

di Sydney Pollack

con Meryl Streep, Robert Redford, Klaus Maria Brandauer

USA - 1985 - 161'

 

Karen Blixen non ha gironzolato molto, anche se è andata molto lontano: Copenaghen - Kenia, E non solo lontano ma diametralmente opposto, il sole vs la neve.

 

Karen non è nobile ma di famiglia molto ricca, il barone Von Blixen aristocratico ma senza un soldo. Anche se Karen aveva avuto un atteggiamento romantico, il loro è un matrimonio di reciproco interesse e la fattoria in Africa sembrava un buon investimento. Ma le cose non vanno come Karen si sarebbe aspettata: il matrimonio finisce presto, il raccolto distrutto da un incendio.

 

Una catastrofe se Karen nel frattempo, nei lunghi periodi che Blixen passava a caccia (lui rivela immediatamente a Karen che non ha mai avuto intenzione di occuparsi della fattoria) non avesse incontrato il grande amore della sua vita, non avesse cominciato ad insegnare ai bambini africani, non avesse cominciato a scoprire la sua vena di narratrice.

 

Purtroppo anche stavolta non è fortunata: il suo amante muore, la fattoria assorbita dalle banche e a Karen non resta altro che tornare in Danimarca. Ma torna profondamente cambiata e in questo senso la sua vicenda africana è quanto di più aderente ci sia al viaggio inteso come occasione di arricchimento e di crescita, dove allo spostamento nello spazio corrisponde una evoluzione (movimento) interiore.

A questo va aggiunto l'inevitabile: siamo a cavallo della prima guerra mondiale ed è il periodo giusto perché venga il "mal d'Africa" che non è mia stato una moda o un modo di dire.

 

Basta elencare gli Oscar vinti e le nomination per dire tutto sul film.

  1. Miglior film a Sidney Pollack

  2. Migliore regia a Sidney Pollack

  3. Migliore sceneggiatura non originale a Kurt Luedtke

  4. Migliore fotografia a David Watkin

  5. Migliore scenografia Stephen B. Grimers

  6. Miglior sonoro a Chris Jenkins, Gary Alexander, Larry Stensvold e Peter Handford

  7. Miglior colonna sonora a John Barry

Nomination Miglior attrice protagonista a Meryl Streep
Nomination Miglior attore non protagonista a Klaus Maria Brandauer
Nomination Migliori costumi a Milena Canonero
Nomination Miglior montaggio a Fredric Steinkamp, William Steinkamp, Pembroke J. Herring e Sheldon Kahn

 

 

E poi David di Donatello:
Miglior film straniero a Sidney Pollack
Miglior attrice straniera a Meryl Streep

 

 

Il film è tratto dall'omonimo romanzo che forse è meno bello del film e che comunque molti hanno letto solo dopo aver visto il film. E forse solo così hanno conosciuto Karen Blixen.

... per me è successo così...

 

fiore di cactus :)

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni