film

LA PAPESSA

regia: Sönke Wortmann

con: Johanna Wokalek, David Wenham, John Goodman, Iain Glen, Anatole Taubman

Germania, Gran Bretagna, Italia, Spagna -  2009 - 149

Giovanna nasce, parrebbe, lo stesso giorno della morte di Carlo Magno in una piovosa e sporca Germania dell'alto medioevo. Studia nonostante sia femmina, scampa alla morte normanna, si traveste da uomo e vive in convento per anni. e ci resterebbe volentieri ma stanno per scoprirla e scappa di nuovo, sempre travestita da monaco, stavolta verso Roma dove diventa prima il medico del papa e poi viene eletta papa a sua volta. Peccato, nel film, che il suo tutore bellissimo che l'ha sempre ovviamente amata la riconosce e dall'inevitabile amore, Giovanna resta incinta, durante una processione ha un parto prematuro e, nel film, muore sulle scale della chiesa.

Nella realtà, ammesso che la papessa Giovanna sa mai esistita, la sua fine non fu così pietosa: sarebbe morta lapidata dopo essere stata trascinata dai cavalli per le strade di Roma.

La storia non conferma la sua esistenza ma attribuisce la sua esistenza ad una diceria antipapale tutta dentro la disputa fra Federico Barbarossa e il pontefice di Roma. E c'è da crederlo perchè mentre Federico rivendicava l'autorità sul Sacro Romano Impero, il papa rivendicava il potere sulla cristianità e di fatto si comportava come un imperatore la cui investitura era elettiva (e nel merito della carica è così ancora oggi)

Da questo punto di vista (chi deve obbedienza a chi) il film è piuttosto ben scritto. Per il resto Giovanna è bene interpretata dalle efebica ma intensissima attrice che aveva fatto Gudrun de "La banda Bader-Meinhoff".

Magnifico John Goodman Grande Lebowsky nella parte del papa. Bello e credibile  David Wenham anche se incarcerato nel ruolo di capitano di Gondor (il signore degli anelli)

Costumi e fotografia sono "giusti" ma questo ormai non è una novità, c'è una scuola di cui Brancaleone da Norcia e la sua armata sono i capostipiti (grazie, sempre grazie maestro Monicelli), sporca la Germania, forse troppo giallo-polverosa Roma, sembra il Nord Africa di Agora ma d'altra parte le riprese sono state effettuate lì...

 

Nel complesso... "ni".

E' un film che si fa vedere. Ma Giovanna non ha lo spessore della Hipazia di Amenabar.

Eh bhe...

 

angela :)

film

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni