film

 

L'ARTE DI ARRANGIARSI

di Luigi Zampa

con Alberto Sordi

Italia - 1955 - 95'

 

Il giorno in cui Rosario Scimoni detto Sasā viene arrestato per truffa, ripercorre tutta la sua "carriera" di trasformista. Era cominciata a Catania nel 1912 quando da complice della mafia era diventato prima socialista, poi interventista, poi pacifista, poi fascista fervente. Dopo la guerra diventa comunista altrettanto fervente e quando ne 48 alle elezioni vince la DC, neanche a dirlo Sasā diventa democristiano. Nel frattempo si č trasferito a Roma e č qui che tenta la speculazione edilizia e viene arrestato.

Una volta fuori dal carcere fonderā il partito degli ex carcerati che non avrā grane seguito. Figuriamoci se Sasā si lascia scoraggiare: con strema naturalezza finirā come venditore ambulante nelle periferie romane che stanno sorgendo dove proprio lui voleva fare le speculazioni edilizie.

 

Alberto Sordi, l'anno in cui gira questo film, ha 35 anni e sembra sia a questo punto della sua carriera che assume la definitiva maschera dell'italiano medio con tutti i suoi difetti che presto, di li a qualche anno, sarā la materia prima della commedia all'italiana.

 

Il film era stato scritto da Vitaliano Brancati che, morto nel 1954 a soli 45 anni,  non riuscė mai a vederlo. La regia di Zampa gli rende onore nonostante i tagli della censura che si accaniva abitualmente sulle opere di Brancati.

 

Molte location romane a partite dallo Stadio dei Marmi dove Sasā fascista si esibisce in esercizi ginnici, tutti tranne il salto nel cerchio di fuoco.

Curiosa la location dell'uscita dal carcere: č il San Michele a Ripa, una volta adibito a carcere minorile ed č curiosa perchč sarā la stessa location di un'altra uscita dal carcere, quella di Una vita difficile, film tratto anche questo da un romanzo di Brancati

Sasā politico tiene un comizio in una silenziosa piazzetta all'esterno di S. Anselmo all'Aventino, la stessa dove c'č il buco della serratura da cui si vede San Pietro in lontananza.

Degne di una storia per immagini della crescita della periferia, sono Viale Marconi in costruzione all'altezza di Largo Bortolotti con il gazometro sullo sfondo dove Sasā ambulante vende lamette da barba tedesche e lo scorcio di Piazza Jacini a Vigna Clara che Sasā speculatore vede col cannocchiale sognando grandi speculazioni.
 

 

fiore di cactus :)

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittā

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni