film

 

LAVORARE CON LENTEZZA - di Guido Chiesa - con Claudia Pandolfi, Valerio Mastrandrea, Tommaso Ramenghi, Marco Luisi - Italia 2004 - 1h 51’

 

Periferia di Bologna, 1976. Squalo e Pelo, due ventenni balordi, vivacchiano fra bar e piccoli furti per conto di Marangon, un ricettatore che li incarica di un affare importante: scavare un tunnel per rapinare una banca in pieno centro di Bologna. Il lavoro è duro e per  farsi compagnia i due si portano dietro una radiolina. Ed è così che scoprono Radio Alice che farà cambiare la loro vita.

Il clima dei mesi di Radio Alice è ricostruito dal punto di vista di Squalo e Pelo; ne risulta una visione giocherellona dove è evidente più lo spirito di allegra provocazione piuttosto che le analisi politiche del movimento rispetto ai temi del lavoro, della società degli anni ’70, del rapporto con i partiti.

Anche il commissario che tiene d’occhio la radio e il movimento degli studenti bolognesi,  sembra essere più interessato a seguire le tracce del noto ladro Marangon piuttosto che dare troppa importanza ai quattro buffoncelli di Radio Alice.

Tra una battuta e una ridanciana provocazione, la radio finisce per diventare per Squalo e Pelo, l’occasione per “redimersi”, per prendere coscienza. Intorno a loro una serie di personaggi e situazioni ricostruite con molta fedeltà: la sede incasinatissima, gli amori altrettanto incasinati, una giovane avvocato che difende i proletari sfruttati facendo del suo lavoro momento di militanza politica. E poi, come un imbuto, i fatti vanno a finire nell’ordine di caricare, "finalmente" dice qualcuno al commissariato, l’ennesima manifestazione degli studenti, Francesco Lo Russo viene ucciso, Bologna messa a soqquadro, Radio Alice chiusa dalla polizia che fa irruzione nella sede.

Si diventa di colpo malinconici, anche senza dividere le convinzioni, o senza condividerle più; di colpo si sente che quella carica della polizia, quel ragazzo ucciso, hanno fatto perdere qualcosa, hanno segnato una svolta obbligata verso anni e verso certa politica estrema che dell’allegra provocazione non avrebbe avuto più nulla.

 


film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni