dai giornali

Sabrina, Massimo e i giovani senza futuro

ROMA (31 luglio) - Uscirà a febbraio il nuovo film di Paolo Virzì. Parla di giovani, di call center, di una vita precaria e di un futuro ancora di più. Il titolo è Tutta la vita davanti, una provocazione, «una forzatura sarcastica» spiega lo stesso regista toscano sul set del film alla Nuova Fiera di Roma. È qui, in un enorme salone bianco, il centro del call center dove si vende il Multiple 601, una sorta di robottino capace di tutto, dalla cottura alla maschera al viso. A venderlo una schiera di ragazzi sfruttati e motivati con le più raffinate tecniche di training autogeno capitanata dalla capo telefonista Marta (Sabrina Ferilli). Boss dell'azienda è il carismatico Claudio (Massimo Ghini).

Nel call center, tra i molti giovani senza futuro, anche Marta (Isabella Aragonese) una ragazza che studia filosofia (è il suo sguardo incantato il motore di tutto il film), un sindacalista d'assalto (Valerio Mastandrea) della Cgil e, infine, il dinamico venditore Lucio (Elio Germano). «Tutte fanno riferimento a me - dice la Ferilli - e cercano di imitarmi. Il mio personaggio un po' plagia le sue ragazze dicendo loro: siete le migliori, le più forti». Massimo Ghini, già interprete del sindacalista Guido Rossa nel film di Giuseppe Ferrara, ricorda invece come quello sembri un tempo troppo lontano:«a differenza di allora, ormai è solo una guerra tra poveri».

Tutta la vita davanti, prodotto da Medusa e la Motorino Amaranto di Virzì, spiega il regista livornese «è solo una commedia all'italiana, ma anche un film sull'Italia di oggi, un sguardo civile su un tema molto duro. E' solo una commedia, ma alla fine Virzì si lascia andare e la butta in politica: «rischiare di fare cadere i governi per lo scalone è una vera ipocrisia, quando milioni di ragazzi non hanno neppure la speranza di poter avere una pensione. Sarebbe questa la vera emergenza in un paese serio».
(Il Messaggero)
 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni