film

 

OBLIVION

di Joseph Kosinski

con Tom Cruise, Morgan Freeman, Olga Kurylenko, Andrea Riseborough

USA - 2013 - 156'

Anno 2077. La Terra è stata prima sconvolta dai cataclismi naturali causati dalla distruzione della Luna da parte di una specie aliena, poi dalla guerra nucleare vinta dagli uomini dopo l'invasione. L'umanità ha vinto ma è stata costretta ad andare a vivere su Titano, uno dei satelliti di Saturno. A terra, ancora per due settimane, sono rimasti Jack e Victoria che devono controllare che nessuno degli alieni sopravvissuti intralci il lavoro delle idro-trivelle che stanno aspirando l'acqua degli oceani necessaria alla nuova vita. Controllano anche che i droni, robot di guardia, non vengano danneggiati.

 

Ma sta succedendo che Jack, nonostante siano passati cinque ani dalla cancellazione obbligatoria della memoria, seguita ad avere ricordi di una vita di 60 anni prima che non può essere la sua.

E poi....

E poi la verità si rivela e svela un mondo ribaltato dove i buoni e i cattivi non è detto abbiano il posto che si credeva all'inizio.

 

Bella sceneggiatura, complicata quanto basta a rendere piacevole la visione anche due o tre volte.

E' tratta dalla graphic novel scritta dallo stesso regista nel 2005.

Nel 2010 la Disney acquista i diritti ediritti erano stati acquistati dalla Disney che però rinuncia a produrre il film perchè si rende conto che avrebbe avuto un visto censura PG-13 (sconsigliato ai minori di 13 anni) coa che non è in linea con la scelta di pellicole per tutta la famiglia.

E così, nel 2011, i diritti vengono ceduti alla Universal.

 


La scenografia è ricca di trovate.

La bubbleship, l'aliante futuristico usato dal protagonista è un ibrido tra un elicottero  e un aereo da caccia: è stato realizzato in alluminio e vetroresina, veniva smontato e rimontato durante il trasferimento da un set all'altro; pesa circa due tonnellate e la sua costruzione ha richiesto mesi

 

Per le pistole laser dei droni è stato utilizzato un proiettore in grado di generare raggi blu, verdi, rossi e gialli

Per le scene all'interno dello shuttle, l'assenza di gravità è stta simulata utilizzando un impianto di corde tese.
 

Il film è tato girato in formato 4K con camere Sony F65.

Per gli effetti visivi il regista Kosinski ha sfruttare il cospicuo budget per creare metodi innovativi affinché le scene rappresentate sembrino più naturali possibile; sono state combinate le immagini generate al computer con scene paesaggistiche reali. Per esempio, per realizzare il cielo che circonda la casa sospesa di Jack, sono stati girati molti filmati panoramici dalla cima del vulcano hawaiano Haleakalā.  Durante le ripese, questi filmati sono stati  riprodotti da ventuno proiettori su uno schermo grande circa 150 metri per 13, che circondava il set su 270 gradi.

Per alcune scene è stata utilizzata anche una camera volante posta su un piccolo aereo comandato da un computer tramite wireless.

Per la colonna sonora il regista sceglie gli M83, una coppia di musicisti che lavora con la musica elettronica;

nel film si sentono, tra gli altri, anche i Led Zeppelin, i Procol Harum, i Duran Duran e The Wall dei Pink Floyd.

 

Qualcuno ha detto che i cinema americano è ciclicamente a corto di idee visto che escono nello stesso anno film gemelli: questo va insieme a After Hearth, così come Biancaneve è andato insieme a Biancaneve e il cacciatore, così come nel passato Deep impact è andato insieme ad Armageddon.

Ma qualcun'altro, più che di penuria di idee, parla di escamotage di mercato: può essere che un film serva da traino all'altro anche se c'è il rischio che il flop del primo in uscita (che non è detto sia il primo in assoluto per produzione e ideazione) finisca per condizionare il secondo.

Vai a capire...

Di fato siamo parlando comunque di film di un certo calibro, se non altro per cast, registi e costi.

 

fiore di cactus :)


 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni