film

PARADISO AMARO

di Alexander Payne

con George Clooney, Shailene Woodley, Beau Bridges

USA - 2012 - 110'

 

Non è detto che le Hawaii siano il paradiso che tutti immaginano. Matt è molto ricco, è a capo di un trust fatto d cugini che possiede una infinità di terre ereditate dalla trisavola, principessa isolana che aveva sposato il suo banchiere banco, Matt è il fiduciario del trust, praticamente tutti vivono semplicemente amministrando i propri possedimenti. Ma Matt non è ricco e felice in  paradiso terrestre: sua moglie Elizabeth ha avuto un incidente, e in coma irreversibile e, seguendo le sue volontà, l'hanno staccata dalle macchine. Ed è in questa circostanza che Matt viene a sapere alla figlia diciassettenne che la moglie aveva un amante e stava per chiedergli il divorzio.

E tutto mentre l'assemblea dei cugini sta per vendere l'ultimo pezzo di terra vergine delle isole perchè una legge impone lo scioglimento del trust entro sette anni.

In questo quadro di totale perdita Matt si rende conto di essere stato un marito fedele e un padre scrupoloso ma poco presente, dentro i confini della vita familiare ma ai limiti estremi.

Decide di incontrare l'amante della moglie e scopre che si tratta di un abile agente immobiliare, parente di chi ha fatto l'offerta migliore per la vendita delle terre.

Eizabeth muore e Matt deciderà di non vendere più, ha sette anni per trovare una soluzione.

 

Un George Clooney  diverso dal solito, nessuna concessione al fascino ma una recitazione tutta concentrata su emozioni forti sempre interiorizzate.

Isole da sogno riprese in una luce vagamente fredda e location antropizzate senza nessuna concessione a palmizi su spiagge e onde da surf: si vedono belle ville, campi da golf, grattacieli sullo sfondo. L'unico paradiso hawaiano è l'ultima terra vergine oggetto della vendita che riesce ad essere più dolorosa, allo spettatore, perfino della morte di Elizabeth.

Uno sguardo, quindi, per nulla iconografico sulle isole del sogno, sguardo che conferma la definizione di "neorealista americano" data al regista.

 

Curiosa, sincretica colonna sonora.

 

fiore di cactus :)

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni