film

 

PRIGIOIERI DELL'ANTARTIDE

di Virgil W. Vogel

con  Jock Mahoney, Shawn Smith, Shirley Patterson

USA - 1957 - 78'

 

La Marina degli Stati Uniti organizza una spedizione alla scoperta dell'Antardite e della misteriosa zona calda che dieci anni prima, una precedente missione, andata perduta in un incidente, aveva fatto in tempo a segnalare. Ai nostri va subito male: l'elicottero che li porta nel cuore del continente, avvolto nella nebbia, sbatte contro qualcosa (uno pterodattilo ma loro non lo sanno), atterra in un cratere e tutti si ritrovano in un mondo del tuto inaspetato dove la temperatura è tropicale e dove vivono animali preistorici sfuggiti chissà coma all'estinzione. C'è anche un sopravvissuto alla precedente spedizione che vorrebbe tenersi la giornalista ma che alla fine ....

 

Il film non è riuscito a diventare un classico e si colloca tra i B movie degli anni '50 anche se a vederlo a distanza di tanto tempo, è una specie di manuale degli effetti speciali dell'epoca.

Ci sono, come in Viaggio al centro della Terra, veri lucertoloni, probabilmente varani di Commodo, che combattono fra di loro (e speriamo che non si siano fatti male anche se all'epoca dubito ci fossero comitati per la difesa degli animali sul set) e ci sono dinosauri di cartapesta come il serpente di mare che ricorda troppo il mostro di Lockness tranne per il fatto che questo sputa fuoco; e c'è in tyrannosaurus rex, in posizione eretta, che è un attore in costume. Il fondali sono dipinti e la perenne nebbia al suolo serva a mascherare l'attacco a terra del fondale. Nelle scene con i dinosauri abbondano ovviamente i fotomontaggi o, meglio, i cine-montaggi, dove le scene girate separatamente, sono messe insieme.

 

Interessante anche la considerazione storica. Il film parla dell'Antartide come se fosse un continente ancora avvolto nel mistero tanto che propone uno scenario degno di Giulio Verne mentre correva l'anno 1957. Eppure l'Antartide non era così sconosciuto. In molti, capitano Cook compreso, avevano visitato le coste del continente di ghiaccio e Amundsen era arrivato al Polo Sud geografico già nel 1911. Molte spedizioni lo avevano sorvolato fn dagli anni 30 e nel 1956 una spedizione americana era atterrata con successo al Polo Sud.

Ciò nonostante il cinema continuava a sognare di mondi impossibili e preistorici preservati forse proprio dalla stretta dei ghiacci.

 

fiore di cactus :)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni