percorsi

 

LA STORIA DI ROMA SECONDO GIGI MAGNI

Senza Gigi Magni tutta la storia di Roma nell'800 non la conosceremmo. PerchŔ la Storia la scrivono i vincitori e la partita ottocentesca dell'unitÓ d'Italia l'hanno giocata e vinta i piemontesi.

 

Gigi Magni ha cominciato subito; dopo avere esordito con Faustina, antesignano film a proposito di relazioni fra diversi a doppia velocitÓ, diversi perchŔ poveri e diversi perchŔ Faustina Ŕ "mulatta", non immigrata ma figlia di uno straniero, come 'criatura nira nira" della napoletana tamurriata.  A rivederlo oggi tremano i polsi per l'anticipazione ma l'artista guarda e vede avanti. Se no che artista sarebbe?

Ma subito dopo Faustina Gigi Magni giÓ al suo secondo film ha trovato la sua vene poetica: Roma, la storia di Roma con una netta preferenza per l'800 papalino. Anche perchŔ Magni Ŕ quello che i rompiscatole definiscono "cattocomunista". Come se fosse un demerito...

Comunque il suo secondo film, nel 1969, Ŕ "Nell'anno del signore", meraviglioso, struggente, ironico, colto film assimilabile, come tutti gli altri, al romanzo storico dell'800, quello di Walter Scott e di Alessandro Manzoni, dove attraverso le vicende di personaggi inventati, si raccontano vere vicende storiche. Storici sono Montanari e Targhini e Pasquino e il cardinale Rivarola. Giuditta, il frate confessore, il colonnello... chissÓ se sono mai esistiti, come Renzo e Lucia e Sir Ivanhoe.

 

Gigi Magni la storia di Roma l'ha guardata anche in altri momenti.

Ha guardato la Roma repubblicana a ridosso delle guerre puniche con "Scipione detto anche l'africano" dove Ŕ riuscito a far diventare calvo il bellissimo Marcello Mastrioianni, ha raccontato un meraviglioso Ponzio Pilato, ha guardato al periodo tormentato di Sisto V raccontando di San Filippo Neri in "State buoni se potete" uno dei film pi¨ belli, pi¨ commoventi, pi¨ "cristiani" e laici che il nostro cinema Ŕ riuscito a fare.  E, fuori dal cinema ma vai a capire dove sta il confine, troneggia "I sette re di Roma", musical con la regia teatrale di Pietro Garinei al Sistina e televisiva di Antonello Falqui dove un gigantesco Gigi Proietti fa 12 parti: oltre ai sette re di Roma, il Tevere, Enea, il dio Luperco, il padre degli Orazi e Bruto.

 

Gigi Magni Ŕ sempre riconoscibile, c'Ŕ una quota stilistica inconfondibile: ironia tutta romanesca, lingua e linguaggio, conoscenza della storia e capacitÓ di restituzione fra parodia e ricostruzione e romanzo... commento musicale che negli anni Ŕ passato da Armando Trovaioli a Nicola Piovani. E una costante potente: Nino Manfredi che forse pi¨ di altri e anche grazie a Gigi Magni, ha restituito una essenza dell'essere romani fatta di ironia, disincanto, bonarietÓ e cattiveria. L'ultimo film di Gigi Magni, La notte di Pasquino, Ŕ stato anche l'ultimo film di Nino Manfredi.

 

E infine ripercorrere i film di Gigi Magni, Ŕ come sfogliare un manuale di scenografia: da Scipione girato fra i ruderi a State buoni, girato ai Mercati Traianei a Nell'anno del signore, quando Roma era tutta una possibile location per arrivare, dalla fine degli anni '70 in poi, all'impossibilitÓ di girare a Roma e alla necessitÓ di simularla e ricostruirla magnificamente evidente nel Nome del popolo sovrano.

 

I sette Re di Roma

Scipione detto anche l'Africano

Secondo Ponzio Pilato

State buoni se potete

Tosca

Nell'anno del Signore

La carbonara

In nome del popolo sovrano

In nome del Papa Re

La notte di Pasquino

 

angela cannizzaro :)

 

PS - Questo percorso Ŕ dedicato a Claudio perchŔ si riesca ancora una volta a fare buon cinema a Cerenova. Lo so che Ŕ difficile ma a me mancano i giovedý, il treno dalla stazione di San Pietro, il film, la pizza, i brindisi, le chiacchiere e poi l'ultimo treno della notte per tornare a casa.

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittÓ

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni