film

SEARCHERS 2.0 - Alex Fox - 2007 - USA - 96'

Due ex-attori ormai anziani di Los Angeles (che per tutto il film sarà chiamata LA), scoprono che un certo sceneggiatore che li ha maltrattati e spaventati da piccoli quando facevano le comparse in un western, sarà alla Monument Valley per la proiezione proprio di quel film dopo tanti anni. Decidono così di raggiungerlo per vendicarsi e comincia il loro viaggio accompagnati dalla riluttante figlia di uno dei due.

 

Devo dire subito che è uno dei film più intelligenti e divertenti che ho visto negli ultimi mesi.

I due sono intanto una enciclopedia del western, compreso quelli di Sergio Leone; ma in generale sanno tutto del cinema, conoscono e ricordano sceneggiatori, attori, registi; per ogni film sanno di chi ci ha lavorato se è morto o è ancora vivo. E passano il tempo citando e verificando la conoscenza l'uno dell'altro.

 

Il viaggio, fatto con una macchina che sembra un fuoristrada, attraversa il deserto dalla California fino al confine fra Arizona e Utah ed è, come era stato per "Thelma e Louise", un paradigma del viaggio nel West. Oltre ad essere stato quel territorio, il set di tutti i film di terzo ordine che i due hanno interpretato.

 

Grande fotografia (ma i luoghi si prestano, oh se si prestano1), grande colonna sonora tutta giocata sull'ironia di cui è intriso tutto il film.

 

I due hanno idee diverse sulla "vendetta" da compiere sul vecchio, più di loro, sceneggiatore: uno dice che si farà come al solito, un po' di botte, di calci e poi tutti a bere un succo di frutta; l'altro che gira armato di coltellaccio e pistolone ultramoderno da terminator, vuole come minimo tagliargli un orecchio. entrambi vogliono appropriarsi del suo portafogli perchè, oltre ad essere una vendetta, questo spartirsi i soldi per le offese subite, sarebbe un atto di giustizia.

E chiacchierano sui temi "vendetta", "giustizia", a cui si aggiunge "benzina"  estendendo il  concetto di western anche all'11 settembre e alla conseguente guerra in Iraq fatta, appunto, per "vendetta, benzina, giustizia".

Il western è stato l'epopea della nascente nazione americana, come in un western l'America conquistatrice di nuove frontiere si muove ancora,  almeno così si direbbe dal simpatico ma plausibile delirio dei due anzianotti 8che guarda caso il western lo hanno "interpretato")

 

Film raffinato, dunque.

Ed esilarante fino alla fine quando si scopre che lo sceneggiatore è caduto in disgrazia e vende magliette (e lo fa abusivamente perchè ha ceduto i suoi diritti di immagine ad una certa produzione) e che il "duello" non è con le pistole ma come in un quiz televisivo: domande e risposte sulle nozioni di cinema.

 

Ma perchè a noi queste idee non vengono mai ? Eppure il Tuscolano è pieno di gente come quei due....


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni