film

SUPERMAN RETURNS - Bryan Singer  - 2006 - USA - 140'

Fotografia: molto interessante e bella, sembrano a volte personaggi realizzati dalla grafica virtuale e questo è curioso perchè la grafica virtuale punta a rendere "più umano dell'uman9o" come ebbe a citare il direttore della fabbrica di replicanti di Blade Runner.

 

"Sono un popolo interessante per la loro capacità di far del bene. Per questo ho mandato te, mo unico figlio, da loro per aiutarli".

Quasi una grande bestemmia perchè detto come è detto Kaleb è praticamente, rispetto agli uomini, il figlio di un dio. Peccato che non si tratti solo di un popolo e non di una intera specie (quella degli uomini); è evidentemente il popolo americano (bianco,anglosassone, protestante) ad essere beneficiario del regalo del dio.

E questo, io me ne accorgo solo adesso, ma è da sempre nel fumetto. E mi piace nella sua blasfemia.

 

E come per il fumetto, anche se la colonna è la stessa, anche se la storia la conosciamo, torniamo a vederlo che piacere così come abbiamo riletto i fumetti, almeno noi "ragazzini degli anni 60".

Superman, o come lo chiamavano noi "Nembo Kid", è come Paperino, con una storia ma senza storia logicamente cronologica.  Come Paperino è sempre giovane, sempre innamorato di Lois Lane, adesso col cellulare, all'epoca con la cabina del telefono e la macchina da scrivere.

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni