TV - fiction e non solo

 

Una donna alla Casa Bianca 


Uno - mi aspettavo che una brava attrice come Jena Davis, Thelma di "Thelma e Louise", la statuaria compagna di Jeff Goldblumm, la professionista che è passata dalla svampitaggine di Thelma all'ironia di "le ragazze della terra sono facili" all'orrore della Mosca, ricoprisse un ruolo bello, nobile, graffiante ... invece questa sua prima donna alla Casa Bianca è convenzionale, stucchevole, falsamente dinamica.

La dinamicità è solo "tecnica", data dal ritmo serrato di episodi di 15 minuti (un po' meno del climax che vuole intervalli di 20 minuti) ma vuoti, senza emozione, solo tecnici, appunto,
Due - mi aspettavo che fosse un telefilm provocatorio. Povera illusa! Perchè mai un telefilm, che per definizione è destinato ad un pubblico che fa e che vuole consenso, dovrebbe essere provocatorio? Provocatorio lo è ma solo nel senso televisivo che coincide, tho, che strano, certo modo americano di manipolare le cose.
Cosa cavalca l'americano con questo telefilm con una star come Jeena? Cavalca l'idea senz'altro progressista che ci potrebbe finalmente essere una donna alla Casa Bianca. Saggiamente non la fa eleggere (ci mancherebbe altro) lo diventa perchè il presidente sicuramente democratico che ha voluto una donna e per giunta indipendente come suo vicepresidente, ahinoi muore. E passa a lei tutti i suoi guai.
Tre - e i contenuti? Cosa fa questa povera donna (nel senso dei guai che deve parare)? Celebra esattamente l'America nella sua versione più modernamente zuccherosa: le donne sono sensibili, le donne sono (anche) intelligenti, le donne sono brave e sono capaci di decisioni che guardano verso un mondo migliore., Innestato sull'ideologia... no, ideologia non si può più dire... sul pensiero americano, tutto si traduce in una serie di decisioni interventiste (e te pareva!): il presidente donna decide una missione per liberare una donna islamica condannata alla lapidazione perchè madre fuori dal matrimonio (ma perchè non sono andati veramente a liberare Amina? Già, bastavano gli europei e i loro appelli)
Decide una missione contro i narcotrafficanti e un presidente latino americano che li appoggia. Incredibile! L'america interviene in Sud America stavolta per dare gli sganassoni ai cattivi e non per sostenere i generali golpisti!
Una valutazione lapidaria: NOIOSO. Indicativo ma noioso. E che ci aspettavamo? E' TV. Che peccato.

 

angela

 

ps - OVVIAMENTE agli americani democratici (nel senso del partito) è piaciuto e i conservatori hanno storto la bocca. Jeena ha vinto il Golden Globe (e ci fa piacere) come attrice drammatica.

 

                                                                                                                             

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni