TV, fiction e non solo

Un medico in famiglia (sette)
Francamente pensavo di non vederlo più, né Lele-Giulio Scarpati, né tutta l’allegra famiglia. E invece rieccoli, coi piccoli ormai grandi che hanno fatto a loro volta altri piccoli….
Tra le produzioni televisive infinite, questa non è stata tra le peggiori, grazie anche al cast d’eccezione che c’è stato fin dall’inizio: la dolcezza di Scarpati, la simpatia di Banfi, l’eleganza di Vukotic… e non dimentichiamo che proprio qui abbiamo conosciuto Cettina-Lunetta Savino.
E il bravo Pietro Sermonti.
Quasi tutti “scomparsi” in questa edizione.
Fatto fuori perché “rimasto in Puglia2 nonno Libero, morto in Africa da copione Sermonti…Scomparsa in Thailandia da almeno de edizioni Cettina…
A scomparire, veramente, ci aveva provato anche Scarpati insieme a Pandolci ma è ricacciato alla fine della serie 5 e per tutta la serie 6.
Il motivo è sempre lo stesso: un attore non deve correre il rischio di rimanere intrappolato nel personaggio.
Ma c’è situazione e situazione.
Banfi sarà sicuramente per sempre nonno Libero ma era Banfi anche prima e Banfi sarà anche se continua a fare più o meno il nonno in altre produzioni.
Diverso il caso della Vukotic che a stento, e non a caso, ricordo sia nonna Enrica: un viso e uno stile troppo precisi, troppo particolari perché Vukotic sia risucchiata dal suo personaggio.
Lunetta Savino, invece, per quanto brava e scomparsa in Thailandia, negli altri ruoli mi è sembrata Cettina che sono passati gli anni, si è sposata e non fa più la governante.
Diverso ancora il caso Francesco Salvi per cui la parte del cassamortaro, di cui infatti non ricordo il nome) è stata una parentesi.
Pietro Sermonti ha tagliato la corda per una serie, poi è ricacciato insieme alla bionda “Maria” e stavolta ha deciso di scomparire per sempre (a meno che non lo facciano resuscitare come è stato per Taylor di Beautifull) ma che ha fatto?
E infine lui, l’ottimo Giulio Scarpati, dolce, simpatico, solido, anche bello… Personaggio così ben delineato che anche facendo l’educatore in “Cugino e cugino” era sempre vedovo, con figlio piccolo e dialogante con la foto della perduta moglie. Tanto che alla fine, forse, si è rassegnato ed è tornato a fare il medico in famiglia, anche se ormai professore universitario.

Quasi quasi mi rivedo Tootsie con Dustin Hoffman. A proposito di serie televisive.
 

ac :)

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni