cartOOn

UN MOSTRO A PARIGI

di Bibo Bigeron

 Francia - 2011 - 90'

 

Siamo a Parigi (ah... Parigi...) nel 1910.

Raoul fa consegne, Emile si diletta di cinema. Durante una consegna in un laboratorio botanico, i due mescolano per sbaglio due composti, uno che rende la voce melodiosa (come la pasticca magica di Paperino) e l'altro che accresce smisuratamente le cose (un girasole diventa gigantesco come il fagiolo magico). Il risultato è che una pulce diventa alta due metri e così "un mostro si aggira per Parigi".

Lucille, vecchia amica d'infanzia di Raoul, invece è una famosa cantante, tutti la amano, specie il losco prefetto.

Ed è Lucille che, incontrata la Pulce, e superato il primo momento di orrore, sentendola cantare in maniera così malinconica e struggente, decide di aiutarlo: gli fa indossare un vestito, un cappellaccio, una maschera (simile a quella del Fantasma dell'Opera) e lo porta nell'orchestra del suo teatro.

e i due diventano un duo, Lucille e Francoeur.

Sembra andare tutto bene ma i si mette di mezzo il perfido prefetto.

Inseguimenti sulla Tour Eiffel, pericolo, tensione... fino alla provvidenziale fine dell'effetto delle pozioni, Francoeur ritorna piccolo piccolo, il perfido prefetto smascherato e arrestato e tutto finisce bene perchè Emile e Raoul rifanno la pozione e Francoeur torna a cantare.

E Raoul, da sempre innamorato di Lucille, finalmente scopre che lei lo ha sempre ricambiato.

 

Quanti sapienti riferimenti in questo cartOOn!

La bella e la bestia, Il gobbo di Notre Dame...anche se Lucille non si innamora del mostro e il mostro non è inamorato di Lucille.

E poi Il fantasma dell'opera

E poi Chocolat perchè il mostro chitarrista ricorda Jonny Depp...

E, sopra a tutti, IL CINEMA degli inizi con la geniale, semplicemente, assolutamente geniale, trovata del cartOOn virato seppia nelle inquadrature di Emile.

BRAVO' al regista che è quello di Shark tales

 

Bello bello.

Costruita sapientemente la canzone di punta, La Seine, tanto da restare nelle orecchie, specialmente nella versione rock del duetto Lucille e la Pulce, che è un capolavoro anche dal punto di vista dell'animazione (mai visto un vestito come quello di Lucille muoversi così bene a tempo di musica)

 

E infine sapientemente horror, quel tanto che basta, ma questa forse è la mia personale idiosincrasia per tutti gli insetti.

 

fiore di cactus :)

 

 

 

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni