film

VALZER CON BASHIR

di Ari Folman  

con Ari Folman, Mickey Leon, Ori Sivan, Yehezkel Lazarov, Ronny Dayag

2008 - Israele, Germania, Francia - 87'

 

Dire bello è dire poco.

Provo ad aggiungere: autobiografico, coraggioso, dolente...

Ari Folman fa ripercorre la vicenda del massacro di Sabra e Chatila quando come tanti giovani il suo protagonista si è trovato presente, partecipe, coinvolto....

 

La struttura narrativa potrebbe essere più vicina al documentario di inchiesta se non fosse scritto tanto bene da diventare vera narrazione in soggettiva, dove, fra l'altro, Folmann da al suo protagonista la propria immagine ridisegnata insieme a quelle degli altri protagonisti.

 

Molto coraggio in questo "cartone" e molti spunti forti di riflessione.

il protagonista compie questo viaggio di ricostruzione della sua partecipazione attiva o passiva al massacro, perchè ha perso la memoria. E la "memoria" trattandosi di un giovane israeliano riporta ovviamente e intelligentemente alla Memoria della Shoa. E da qui alla durissima analogia massacro-massacro, massacro subito - massacro perpetrato.

Anche se storicamente il massacro è stato fatto da gruppi cristiano-maroniti e di Israele si può sospettare l'essere a conoscenza e non fare nulla (vecchia questione anche questa).

E comunque il film apre non solo lo scorcio sulla impossibilità di ricostruire torti e ragioni, cause effetti di qualunque guerra, ma raconta anche di come, forse, la coscienza del migliore popolo israelino si interroga.

 

Bella l'analogia fra il cinema come fabbrica dei sogni e il piano tutto onirico del protagonista che è un cineasta (come l'autore)

 

Due parole sulla tecnica: Folman ha voluto usare una animazione simile al fumetto che però in alcuni punti sembra il disegno o addirittura la graficizzazione di immagini reali. E ciò nonostante questo fumetto riesce ad essere crudo da morire.

Sul piano della rappresentazione del sogno o dell'inconscio 8o più in generale della fantasia) anche questo cartone conferma la infinita possibilità di trascrizione fino a raggiungere livelli altissimi di "realta", Tanto il segno da fumetto realistico di Folman, guarda caso, si trasforma, nelle ultime inquadrature nella semplice drammatica sequenza di repertorio dei campi Sabra e Shatila dopo il massacro, semplice verità.

Il montaggio segue almeno tre piani narrativi: l'indagine attraverso le testimonianze, la cronologia del soldato Folman, i suoi ricordi confusi con immagini oniriche che si ripetono nella ricostruzione della memoria.

 

E veniamo a "Gomorra": lasciamo da parte le questioni strettamente cinematografiche per fare una considerazione su contenuti.

"Valzer" affronta (bene e con il giusto dolore) una questione che riguarda tutta l'umanità; non solo perchè la guerra fra i popoli israelino e palestinese dalla fine della seconda guerra mondiale sono focolaio di nuove guerre mondiali. Ma qui si parla di tolleranza, di eccidi, di massacri, di genocidi.

La camorra di "Gomorra", con tutta la solidarietà per Saviano, resta un fenomeno italiano, per cereti versi localizzato in Campania, fenomeno grave ma fenomeno delinquenziale la cui soluzione riguarda l'efficienza.

Fatto salvo l'orgoglio nazionale e senza entrare nel merito della "bellezza" o meno del film, mi sembra che le due opere non si possano paragonare nemmeno lontanamente.

Golden Globe meritatissimo, meritatissima candidatura all'Oscar.

 

angela :)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni