percorsi

Vittorio De Sica

E sempre oggi, 7 luglio, nel 1901 nasceva a Sora Vittorio de Sica.

Pochi artisti sono stati così versatili come lui.

Non è stato solo attore e regista, ma nel fare l'attore ha ricoperto sia ruoli drammatici che ruoli brillanti, nella regia è passato dal neorealismo al surrealismo con "Miracolo a Milano" e "Il giudizio universale".

Vediamo le tappe di questa straordinaria vita.

Comincia, il giovane De Sica come attore brillante nel cinema dei telefoni bianchi con Mario Camerini regista: gira "Il signor Max" e "Gli uomini che mascalzoni" dove canta "Parlami d'amore Mariù"

Nel dopoguerra si può dire che inventa, insieme a Rossellini, Zavattini e De Sactis, il neorealismo. Gira nel 1948 "Ladri di biciclette" che insieme a "Roma città aperta" ha cambiato la storia del cinema del mondo.

Dopo solo due anni, nel 1950 si distacca nettamente dal filone e gira nel 1951 "Miracolo a Milano"  con una narrazione sul filo del surrealismo.

Solo due anni dopo, nel 1953, ritorna al mestiere d'attore e gira "Pane, amore e fantasia" con la regia di Luigi Comencini nei panni del Maresciallo Carotenuto Antonio. Saranno tre film uno dietro l'altro e segneranno un filone chiamato "neorealismo rosa" stretto parente della commedia all'italiana che verrà qualche anno dopo. In questi anni parteciperà a moltissimi film, tutti apparentemente dimenticati ma in realtà indimenticabili (e vedremo dopo la lista)

Non contento approda nel 1959 ad un magnifico ruolo drammatico ne "Il generale Della Rovere" e si fa dirigere dal collega Roberto Rossellini.

Si può dire che non finisce di lavorare come attore che torna dietro la macchina da presa e gira "La ciociara" nel 1960 col quale Sofia Loren vince tutti i premi possibili Oscar compreso.

Nel 1964 continua a dirigere donna Sufì nella trascrizione cinematografica di "Filumena Marturano" di Eduardo de Filippo e sarà "Matrimonio all'italiana" con Marcello Mastroianni.

Si divertirà ad apparire in vari film poi nel 1970 l'ultimo capolavoro, "Il giardino dei Finzi-Contini che gli vale il quarto Oscar.

 

Ed ecco la mia personale lista di indimenticabili (quella completa è davvero sterminata e vi invito ad andare a cercare):

 

Gli uomini che mascalzoni - Mario Camerini - 1932 (attore)

Il signor Max - Mario Camerini - 1937 (attore)

Teresa Venerdì - 1941 (regista e attore)

Sciuscià - 1946 (regista)

Ladri di biciclette - 1948 (regista)

Miracolo a Milano - 1950 (regista)

Umberto D - 1952 (regista)

Pane amore e fantasia - Luigi Comencini - 1953 (attore)

Pane amore e gelosia - Luigi Comencini - 1954b (attore)

Pane amore e ... - Luigi Comencini - 1955 (attore)

Il medico e lo stregone - Mario Monicelli - 1957 (attore)

Il generale Della Rovere - Roberto Rossellini - 1959 (attore)

La ciociara - 1960 (regista)

Il vigile - Luigi Zampa - 1960 (attore)

Il giudizio universale - 1961 (regista e attore)

I due marescialli - Sergio Corbucci - 1961 (attore)

Matrimonio all'italiana - 1964 (regista)

Il giardino dei Finzi-Contini - 1970 (regista)

 

Indimenticabile la sua apparizione in "C'eravamo tanto amati" dove Ettore Scola usa un filmato di repertorio che credo sia stata anche la sua ultima apparizione in pubblico dove racconta una serie di retroscena di Ladri di biciclette.

Piuttosto bello  "Parlami di me", spettacolo dove Christian De Sica (figlio) parla del padre, girato da Brando De Sica (nipote).

 

Grazie Maestro De Sica

 

angela :)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni