film

 

Volver - Pedro Almodovar - 2005

Al di lÓ e prima ancora delle questioni prettamente cinematografiche, di Pedro Almodovar sento il bisogno di dire una cosa relativa alla scelta dei suoi racconti (ammesso che il soggetto sia questione secondaria nel cinema e sappiamo bene che non lo Ŕ, se non altro perchŔ lo spettatore va al cinema per sentirsi raccontare una storia, ne pi¨ ne meno)- Le sue storie, vivaddio, raramente hanno avuto a che fare con l'omosessualitÓ in un mondo che, non avendo nemmeno lontanamente superato il pregiudizio, scatena nell'artista omosessuale (e non solo nell'artista) l'urgenza, l'assoluta necessitÓ di parlare e raccontare dalla sua angolazione umana. E ha pure ragione ma Ŕ come se una donna parlasse solo di questioni femminili o un nero solo di razzismo (Spike Lee insegna).

Bene, insegna anche Almodovar alla grandissima.

E veniamo a Volver che Ŕ fatto praticamente solo di donne, dove l'unico uomo vivente Ŕ una bestia incestuosa che viene accoltellato e ci sembra un atto di giustizia, e dove l'unico altro uomo, anche lui per fortuna morto, era un'altra bestia.

Per il resto ci sono donne: massacrate dalla vita, vestite male come tutte le donnette di provincia, forti e concrete come tutte le donnette di provincia, prive di nevrosi come tutte le donnette di provincia che hanno ben altro da risolvere.

Storie durissime ma, a leggere i giornali che, vuoi per la caduta dei tab¨, vuoi per certo indugiare sulla notizia che fa effetto nella vita perbenista di molti, vuoi perchŔ ogni tanto l'audience bisogna catturarla, certo sono diffuse ovunque.

L'incesto non Ŕ una raritÓ, in nessuna classe. E non lo Ŕ mai stato, sembra dire Almodovar nelle famiglie delle donnette di provincia.

Penelope Cruz, bella come il sole nei suoi vestiti di pessimo gusto, nei suoi fianchi arrotondati da riempimenti del costumista, si conferma grandissima attrice tanto da pensare che , forse... Ŕ la nuova Anna Magnani per altro citata giustamente nel film e vogliamo sperare che si tratti di un omaggio a Penelope e non un suggerimento al pubblico

Bellissimo

 

  

                                                                                                                               

film

TV - fiction

eventi

percorsi

dai giornali

io penso...


cinecittÓ

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni