film

WARGAMES

di John Badham

con Ally Sheedy, Matthew Broderick, Dabney Coleman, John Wood, Michael Madsen

USA - 1983 - 110'

 

Al comando generale delle Forze Armate USA (il NORAD), la decisione di attacco nucleare è stata trasferita ad un sofisticato computer. a Seattle intanto, David, un diciassettenne molto brillante in elettronica e informatica (all'epoca agli albori) e naturalmente poco brillante nel rendimento scolastico usuale, sa come connettersi via modem con i computer della scuola (per cambiarsi i voti)  con quelli delle aziende che producono giochi. Un antesignano degli hacker.

E cercando i giochi che una grossa azienda sa per rilasciare su mercato, entra nel computer del NORAD che, chiama le sue simulazioni "wargames", giochi di guerra.

David accetta di "giocare" e a tutti i sistemi di difesa risulta che l'URSS sta lanciando un attacco nucleare agli Stati Uniti con tanto di obiettivi dettagliati: Las Vegas, Seattle... 

 

La chiamata viene rintracciata nel giro di poche ore e, a complicare le cose per David, dal suo telefono risulta anche una prenotazione per Parigi per due persone: David, per dimostrare alla sua amica che col computer e il telefono si può fare di tutto, aveva prenotato un volo.

Vene così arrestato e trasferito al NORAD, sospettato di essere una spia. Ma David è troppo bravo: con pochi strumenti riesce a far scattare la serratura tonale della camera dove è rinchiuso e scappa perchè prima di essere arrestato, avendo capito che quello che aveva trovato non era un gioco (in TV era passata la notizia di una preoccupante allerta) ed era riuscito a scoprire l'identità del progettista del mega computer che si chiama Joshua: sa che è il solo a poter risolvere la situazione. Situazione grave, perchè Joshua sta continuando a giocare la simulazione attivata da David e finirà per lanciare i missili nucleari verso la Russia.

Sarebbe la terza guerra mondiale.

 

Film geniale per soggetto e sceneggiatura, uno dei primi dove la fantascienza è data non da creature aliene o fantastiche (dinosauri riesumati) ma dalla tecnologia avanzata e fuori controllo.

Da dire che di lì a poco, il NORAD avrebbe abbandonato la "rete" per come era stata concepita e noi comuni mortali avremmo avuto il WordWideWeb, il www, internet di cui adesso non si può fare a meno e a cui siamo sempre connessi.

E va detto anche che di lì a poco l'URSS e il comunismo sarebbero finiti e che la terza guerra mondiale, almeno con quegli scenari, non ci sarebbe stata mai.

 

Il regista merita una nota: aveva già girato La febbre del sabato sera e Tuono blu ; e girerà Corto circuitoNome in codice Nina (rmk di Nikita), Minuti contati (in tempo reale). 

 

fiore di cactus :)

film

corti

cartOOn

TV - fiction

eventi

percorsi

news

soggettive


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni