cia

 

                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                  film

 

2:22 - Il destino è già scritto
di Paul Currie

con Teresa Palmer, Michiel Huisman, Sam Reid

USA, Australia - 2017 - 98'

 

Dylan è controllore di volo e vede i pattern.
Per chi non lo sapesse (ero tra quelli) i pattern sono gli schemi ricorrenti, concetto applicabile praticamente a tutto, dalla tappezzeria alla biologia, alla musica.
L'apertura del film dice testualmente:

Quando voli di notte su New York  ti sembra di volare su milioni di stelle e ogni stella potrebbe essere la vita di una persona che in questa città si sente a casa.  Mio padre mi ha detto che la gente osserva i pattern delle stelle, i loro schemi ricorrenti, per sapere in anticipo cosa accradrà nella propria vita. coloro che riescono a interpretarli possono sapere prima di chiunque altro cosa succederà.

A parte che non ho mai visto una inquadratura di New York così bella: dall'altro, di notte, con le luci che segnano le strade di Manhattan e si riconosce il buco di Central Park, mi sembra magnifico il legame - di cui non ho sentito parlare a nessuno dei raffinati critici - fra astrologia e matematica.

Dylan si innamora di una ragazza che non solo era su un aereo che lui ha evitato si scontrasse con un altro ma è anche nata il suo stesso giorno, 30 anni prima.

E continua ad avere un sogno ricorrente dove qualcuno muore alla Central Station. Nel sogno i personaggi sono diversi anche se sempre dello stesso tipo: una coppia, una dona incinta, una scolaresca, un bambino che perde qualcosa. E poi rivede le stesse situazioni anche nella realtà. E poi tutti i giorni alle 2.22 accade qualcosa. Tutto questo mentre nel cielo appare una supernova che forma un triangolo nel cielo e si sa che è una stella morta trenta anni prima.

C'è evidentemente un mistero da risolvere ed è un mistero che li riguarda. Un mistero e un pericolo che si annuncia con una serie di segni che hanno tutta l'aria di un pattern.

Mai vista New York così. Belle location.

Sceneggiatura matematicamente perfetta, senza  sbavature nonostante l'argomento fra trhiller e fantasy.

Forse giusto la colona sonora... E' bella ma troppo romantica, un po' scontata.

Lui non si può guardare per quanto è bello.

 

fiore di cactus :)

 

 

film

GIF

cartOOn

TV - fiction

percorsi

soggettive

eventi

corti

news


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni