EVEREST

di Baltazar Kormakur

con Josh Brolin, Jason Clarke, John Hawkes

USA, Gran Bretagna - 2015 - 122'

 

Basato su fatti realmente accaduti, racconta delle due sfortunate spedizioni sull'Everest travolte da una tempesta. Grandissima fotografia è straordinario lavoro di scenografia, reale o digitale che sia. Sarà anche effetto del 3D ma l'effetto è grandioso. Appassionante la storia dove, sfortuna a parte, buona parte della tragedia si consuma per un piccolo ritardo dovuto ad una n atto di generosità del capo spedizione. Due riflessioni. Una: l'Everest evidentemente è frequentato come il Gianicolo visto che salgono, scendono, tornano indietro tutto su "strade" ormai attrezzate.
Due: il cuore è nella domanda "perché" e il buon gusto del regista ha appena accennato alla retorica della sfida ecc. Francamente le critiche stroncanti mi sono sembrate eccessive e malevole. O saranno sempre i soliti BARBOSINTELLETTUALISENZACUORE che non riescono a godersi un po' di grande spettacolo.

Senza contare che il film dovrebbe renderci orgogliosi: girato in parte sulle Dolomiti, in parte a Cinecittà con uno dei protagonisti, Jake Gillenhaal, che è diventato famoso proprio a Venezia 10 anni fa con Brockback Mountains.

 

 

 

fiore di cactus :)