Il cacciatore di squali

di Enzo Girolami Castellari

con Franco Nero

Italia, Spagna - 1979 - 97' 

 

Mike è l'unico sopravvissuto a un disastro in cui l'aereo si è inabissato con a bordo 100 milioni di dollari.

Vive in Messico e il suo scopo è recuperare il denaro ma quel tratto di mare è popolato di squali che lui, tanto per tenersi in allenamento, caccia. Riuscirà nel suo scopo?

 

Apro con questo film una nuova rubrica dedicata ai film di serie B dei generi che preferisco: fantasy e fantascienza e anche cartOOn.

 

Franco Nero, che pure ha fatto cose pregevoli, in questo film non si può guardare senza piegarsi dalle risate: indossa una parrucca bionda che lo fa sembrare il cugino di Raffaella Carrà, tira in barca squali presi alla lenza ovviamente senza tagliarsi le mani come il povero Spencer Tracy in Il vecchio e il mare, ne acchiappa uno sottacqua e lo strangola a mani nude...

Certo gli anni '80 si annunciavano in tutto il loro tragico splendore.

Ogni tanto mi chiedo dove e come i produttori sono rientrati dei soldi. D'altra parte è vero che ci sono film destinati fin dall'inizio ad un mercato di serie B, forse gli stessi Paesi dove mandiamo le nostre scorie tossiche. Che tristezza.

 

fiore di cactus :)