IL COMMISSARIO
di Luigi Comencini.

con Alberto Sordi, Alessandro Cutolo...
Italia -  1962 -  102'

 

Dante Lombardozzi è uno zelante, anche un po' pedante commissario di polizia. Quando un noto uomo politico viene trovato morto, Lombardozzi, che si è accorto di una discrepanza nelle dichiarazioni, non esista far riaprire le indagini sul caso che, un po' per la notorietà del personaggio, un po' perchè siamo sotto Pasqua, erano state chiuse in gretta e furia. E così Lombardozzi scopre che il personaggio prima di morire aveva lasciato un albergo in compagnia di una prostituta. Non gli pare vero di aver messo le mani sulla sua grande occasione anche perchè si è appena fidanzato con Marisa, una attempata ragazza di 30 anni.

Ma l'indagine sembra volersi chiudere. Un piccolo malavitoso si accusa dell'omicidio e al processo ritratta tutto dichiarando che la confessione gli è stata estorta con le botte proprio da Lombardozzi. Il nostro capisce che ci sono pressioni, ammette le botte, si rovina la carriera ma finalmente può andare a conoscere la famiglia di Marisa dove fino ad ora non aveva avuto il tempo di andare.

non si saprà mai chi ha ucciso il personaggio di una specchiata moralità.

 

Pieno stile commedia all'italiana che guarda ai difetti e ai guasti sullo sfondo di un Paese, in questo caso Roma, in pieno boom economico. A questo proposito segnaliamo le location che raccontano di palazzoni, il grattacielo di Monteverde, la modernissima via Bissolati con le agenzia di viaggio....tutto condito dai soliti ladri.

Alberto Sordi, ben diretto da Comencini, qui è ai limiti del surreale, lontano dalle sbruffonate di tanti altri suoi personaggi.

 

Viene da considerare con quanti grandissimi registi ha lavorato, da Monicelli, a Zampa, a Comencini. Lattuada, Fellini, Bolognini, Risi, De Sica, Magni, Scola...

E ci chiede cosa hanno inventato le fiction dedicate alla professioni fra medici, commesse, parrucchiere, forestali...che non avesse già inventato Sordi fra vigili, tassinari, commissari, medici della mutua per non parlare dei ladri e dei gondolieri.

 

 

fiore di cactus :)