IL TRADITORE

di Marco Bellocchio

con Pierfrancesco Favino, Luigi Lo Cascio

Italia - 2019 -  148'

 

Confesso che Marco Bellocchio da un po' di tempo mi fa tenerezza. Per anni ha provato a vincere il Leone d'Oro a Venezia ma niente, ha avuto solo il Leone alla carriera che come dire "hai fatto cose belle, te ne siamo grati e adesso, anche se tu volessi metterti in pensione, saremmo tutti contenti lo stesso. Devo dire che a Venezia vincono spesso film noiosissimi e Bellocchio con Sorelle Mai e La bella addormentata questo canone lo aveva rispettato.

Quest'anno ci ha provato a Cannes e niente nemmeno l.

Questa storia di Buscetta certamente non noiosa anzi direi che ai livelli di Buongiorno notte. Favino bravissimo come sempre ed veramente un buon ripasso di storia, cosa di cui noi italiani abbiamo sempre pi bisogno.

Ma, francamente, trovo che di questo film non avevamo bisogno perch alla questione mafia non aggiunge nulla di nuovo tranne forse un remoto richiamo ai personaggi di Sergio Leone dove anche i buoni non sono stinchi di santo o viceversa. In questo senso, scomodando riflessioni extra-cinematografiche potremmo dire che il film molto "italiano", cio tessuto con quel bizantinismo tutto latino che non ci permette (ed bene) di separare mai nettamente il bene dal male.

Insomma da vedere ma da molto improbabile che si senta voglia di rivedere.

 

fiore di cactus :)