MARIA STUARDA REGINA DI SCOZIA

di Josie Rourke

con Saoirse Ronan, Margot Robbie

Gran Bretagna - 2018 - 124' 

 

La storia nota e ogni generazione ha avuto la sua edizione di cui per me le pi belle sono state quelle del 1936 con Katharine Hepburn e quella del 1972 con Vanessa Redgrave e Glenda Jackson. 

Abbiamo gi avuto modo anche di riflettere sull'importanza dei remake dal punto di vista del linguaggio legato, appunto, al dato generazionale.

Abbiamo quindi modo di parlare del film, degli attori, della fotografia ecc. E anche del personaggio in se per dire, per esempio, che alla lunga non ho mai capito se Maria Stuarda sia stata tanto orgogliosa e rigida da farsi fregare dalla perfida cugina. Certamente aveva tutte le sue buone ragioni ma quando t'ammazzano il marito, ti staccano dal figlio, passi vent'anni in carcere e di tagliano la testa, non ci sono ragioni di stato che tengano. Sottotesto: altro che regno di Inghilterra per diritto di nascita, all'epoca era molto meglio nascere poveri.

 

La piacevole sorpresa di questa Maria Stuarda la sua interprete, quella Saoirse Ronan che  abbiamo visto saccente bambinetta in Espiazione e tenerissima adolescente in Amabili resti. E' la prova che negli anni dall'infanzia alla giovinezza corre tanto. Saorse diventata donna e che donna (leggasi che attrice).

Questa edizione somiglia molto, considerato il peso delle attrici, a quella con Katharine Hepburn dove di Elisabetta non si ricorda n il viso n il nome dell'interprete. In questo senso l'unica versione equilibrata fu quella con Redgrave e Jackson, indimenticabile Elisabetta.

 

Impeccabili i costumi, la fotografia e la scenografia. bello il montaggio gestito come spot data la quasi secolare conoscenza cinematografica della vicenda.

 

 

fiore di cactus :)