cia

 

                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                  film

 

PAY THE GOST

di Uli Edel

con Nicolas Cage

USA - 2016 - 90'

 

Charlie ha sei anni, vie a New York, il giorno dopo è Halloween e comincia a vedere qualcosa di strano fuori dalla finestra.

Il giorno dopo, alla festa dove è andato col padre, un giovane professore universitario  di storia, Charlie sparisce.

il padre non soi rassegna e piano piano scopre che 400 anni prima, quando New York era una campagna abitata dai primi coloni arrivati dall'Europa, una giovane donna irlandese che praticava gli antichi culti celtici era stata accusata di aver causato una epidemia e bruciata sul rogo insieme ai suoi tre bambini.

e così, da 400 anni, ogni Halloween....

 

Nicolas Cage sembrerebbe destinato negli ultimi anni da una parte ad avere a che fare con in bambini e dall'altra a salvarli o salvare qualcosa di più grande.

Di fatti ci riesce. E non dico nel film. Dico che riesce ad essere convincente in questi film che tutto sommato sembrano di serie B.

 

Ma veniamo al film.

E' difficile ormai fare una buona ghost story. sull'argomento è stato detto tutto per non parlare di Halloween.

E invece questo è un film originale perchè sa andare ad attingere alla storia del Paese e alle tradizioni dei fondatori.

Parentesi: 400 anni... detto da un newyorkwese trasuda di orgoglio. In Italia fa tenerezza anche se poi qui in nome di dio si bruciavano untori esattamente come lì. E fa tristezza perchè lì si bruciavano povere persone che erano andate a cercare fortuna. Non che qui fossero più fortunati...

Comunque bello lo sguardo sulla storia e fedele sguardo, esegetico. Perchè Halloween è festa celtica, celtici i riti irlandesi esportati nel Nuovo Mondo da ch9, appunto, cercava fortuna.

Nuova l'ipotesi: il fantasma è spinto dalla vendetta.

Questo, nella letteratura ghost, è una interessante contaminazione di derivazione giapponese: nella cultura occidentale il fantasma si manifesta perchè deve risolversi e letteratura e cinematografia sono piene di esempi, da Il fantasma di Canterville a Il sesto senso.

Mala vendetta implacabile, nel senso di non placabile, è tradizione tutta giapponese perchè mentre l'occidente cristiano0 ha un suo itinerario del perdono, che sia prevista o meno la confessione della colpa, l'oriente questo rito espiatorio non ce l'ha e il dolore è eterno.

Charlie sarà salvato ma la nera signora sembrerebbe non placabile.

 

 

 

 

fiore di cactus :)

 

 

film

GIF

cartOOn

TV - fiction

percorsi

soggettive

eventi

corti

news


cinecittà

scuola di cinema

cineteca nazionale

museo del cinema

istituto luce

casa del cinema

SAS cinema


AIC

AITS

AMCT

ANAC

ASC


Venezia

Roma

Torino

Locarno

Pesaro

Giffoni

David di Donatello

       ...e tutti gli altri


festivalcortometraggi


film in sala


Italica Rai

35mm

FilmUp

CastleRock

Cinefile

Cineboom

IMDB

Kataweb cinema

ArchivioImmagini

FantaFilm

tutti i film per anno


RAI

RaiClick

Televideo


film commission


WebCam


produzioni