film

UN EROE DEI NOSTRI TEMPI

di Mario Monicelli

con  Alberto Sordi, Franca Valeri, Mario Carotenuto, Leopoldo Trieste, Carlo Pedersoli

Italia - 1955 - 90'

 

Alberto ha paura di tutto e per il proprio quieto vivere arriva a essere falso coi colleghi di lavoro,  opportunista in amore, bugiardo un po' con tutti a seconda delle circostanze, sbruffone quando serve.

Fino a quando, per liberarsi di una scatola di esplosivo nascosto in casa da uno zio anarchico e di cui non sa nulla, viene accusato ingiustamente di aver commesso un attentato politico, lui che politicamente Ŕ ovviamente campione di ignavia.

Si scatenano, sulle sue bugie per discolparsi, una catena di contraddittori che portano il severo e giusto commissario a dargli un consiglio saggio e inaspettato. Che naturalmente non vi rivelo.

Grande regia di Monicelli a un passo dalla commedia all'italiana e con tutti i canoni giÓ chiari.

Ha dichiarato, sempre generoso, "Sordi ha avuto la genialitÓ di inventare un personaggio diverso da tutti gli altri comici nella storia del cinema, vigliacco, cattivo, traditore, prevaricatore, che fa ridere essendo una persona abbietta, mentre in genere il comico Ŕ buono. E questo l'ha proprio inventato lui, non i suoi registi"

Gli ha fatto da contralto lo stesso Sordi: "Io avevo una gran voglia di smontare il mito dell'eroe. Avevo voglia di rappresentare gli uomini come erano in realtÓ, con tutti i loro difetti"

Una curiositÓ gustosa: nel film c'Ŕ un irriconoscibile magro Carlo Pedersoli nella parte del fidanzato geloso della parrucchiera.

 

fiore di cactus :)