produzioni

                                                                                                                                                                                                   Vai all'archivio

 

23 - La parrocchia

Cattocomunista. Termine che non Ŕ mai stato un complimento. Nella migliore delle ipotesi ha guardato ai comunisti del popolo, a quelli che intellettuali non erano , con una sorta di pietÓ del tipo "che ci vuoi fare, sono un po' ignoranti". Nella peggiore Ŕ stato un insulto.

Ma il Partito Comunista non era un partito di intellettuali, fino agli anni '70 e anche un po' oltre era un partito operaio e ancora in parte contadino e la sua base non poteva che essere fatta di cattolici, di gente che viveva magari in sezione, che forse non andava a messa la domenica come tutta la mia famiglia ma che si sposava in chiesa, battezzava i bambini, faceva fare loro la prima comunione. Cattocomunisti, appunto.

E in quell'inizio di anni '70 poteva capitare che se in parrocchia arrivava un prete giovane, sveglio e allora film importanti li vedevi in un "quasi cinema" in parrocchia.

Mi sembra di sentire giÓ Roberto Girometti, grande direttore della fotografia, grande cuore: e come no? io me ricordo che...

 

 

 
 

 

angela ermes cannizzaro :)